Cronaca

Mal di pancia continuo: aveva drenaggio nell’addome

Mal di pancia causato da drenaggio nell'addomeUn altro caso di malasanità in Italia. Gennaro D’Ambrosio ha vissuto momenti terribili a causa di un drenaggio dimenticato nel suo addome. Il 31enne, originario di Frattamaggiore e sposato, accusava mal di pancia continuamente. Dolori che lo costringevano a stare a letto anche per settimane intere. I medici, nonostante i sette ricoveri, non erano riusciti a capire che Gennaro aveva un drenaggio nell’addome, dimenticato 15 anni prima da un’equipe di sanitari, in occasione di un’operazione per asportare l’appendicite in peritonite.

La scoperta del drenaggio con una una tac

La storia che vede protagonista il 31enne Gennaro D’Ambrosio, oggi residente ad Orta di Atella è incredibile. Il trentenne è l’ennesima vittima della malasanità italiana. Tanti anni fa, Gennaro era stato operato per togliere l’appendicite in peritonite. Tutto era andato bene ma, dopo qualche anno, il giovane aveva iniziato ad accusare lancinanti dolori all’addome, sofferenze così forti da spingerlo a recarsi all’ospedale. I medici, però, non si erano mai resi conto che la ragione di quel forte dolore era il drenaggio, ovvero lo strumento che serve a far defluire i liquidi derivanti dalle lesioni o da aree infette. Solamente in occasione dell’ottavo ricovero all’ospedale San Giovanni di Dio, a Frattamaggiore, venne accertato quel drenaggio nell’addome del povero Gennaro. A rivelarne la presenza fu una tac.

A rimuovere il drenaggio a D’Ambrosio è stata un’equipe di sanitari del nosocomio San Giovanni di Dio, proprio dove 15 anni prima era stato sottoposto all’operazione per rimuovere l’appendicite in peritonite. Chiaramente i medici che hanno agito non sono stati i medesimi di 15 anni fa. Gennaro ha affermato durante una recente intervista: ‘Quasi una volta al mese avvertivo dei forti dolori all’addome, la corsa in ospedale, un antidolorifico e calmante per fermare il dolore e nuovamente a casa. Il problema a volte mi portava a stare anche a letto per settimane intere’. L’avvocato di D’Ambrosio, Roberto Cariulo, ha asserito che chi ha sbagliato dovrà pagare il conto sia sul versante civile che penale.

Caso simile a quello di una 19enne genovese

Gennaro D’Ambrosio sa bene, ora, cosa significa malasanità.  Il suo caso ricorda quello di una 19enne di Genova che ha vissuto per 22 anni con un tubo di drenaggio lungo 12 centimetri nell’addome. Anche in tale caso, la svista dei medici si registrò in occasione di un intervento chirurgico di appendicite. A differenza di Gennaro, però, la paziente genovese iniziò ad avvertire i dolori addominale poco dopo l’operazione. Il personale sanitario, inizialmente, reputò quelle fitte come la conseguenza di una colite. Alla fine, grazie a una tac, si scoprì il tubicino nell’addome della donna. Questa, senza remore, presentò una denuncia contro ignoti per lesioni colpose.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.