Malato di mente uccide la madre e si barrica in casa: preso

By | 4 maggio 2018

Qualiano, malato di mente uccide madre col fucile del padreUna storia triste e dolorosa quella avvenuta a Qualiano, paese in provincia di Napoli. Una storia che vede protagonista un malato di mente, Pasquale De Falco, 37 anni. L’uomo ha preso il fucile del padre e ha fatto fuoco contro la madre. Teresa Licciaridiello, 67 anni, ha cessato di esistere per mano del figlio. Dopo aver sparato, lo psicotico si è barricato in casa. Sul posto sono accorsi immediatamente i carabinieri.

Pasquale De Falco: un uomo ‘difficile’ e turbato

I militari hanno impiegato ben 9 ore per indurre Pasquale De Falco a uscire di casa. Lo psicotico alla fine è stato bloccato dai carabinieri, supportati anche dal padre e della sorella del 37enne. Pasquale non è stato ferito dai militari durante la lunga trattativa.

Tutta Qualiano, ieri, è rimasta col fiato sospeso. Hanno assistito alla lunga trattativa tra malato di mente e carabinieri tanti cittadini. Sembrava un film. Invece era tutto vero. Era tutto maledettamente vero. Una storia drammatica perché vede da un lato un ragazzo con problemi psichici e dall’altro una famiglia che deve gestire ogni giorno un uomo ‘difficile’.

Già, non è semplice trattare con una persona come Pasquale De Falco. Durante la lunga trattativa diversi cittadini, riferendosi al 37enne, hanno parlato di un ragazzo introverso ma mai violento. La mamma non avrebbe mai parlato a nessuno dei problemi del figlio, problemi dovuti a una delusione amorosa risalente a un decennio prima.

Malato di mente aveva tentato di suicidarsi

Dopo quella delusione sentimentale, Pasquale non si era più ripreso ed aveva cercato più volte di suicidarsi, l’ultima 4 anni fa. Nessuno, a Qualiano, avrebbe mai immaginato che Pasquale sarebbe stato in grado di imbracciare il fucile da caccia del padre, regolarmente denunciato, e uccidere la signora Teresa, che ieri mattina, come sempre, si era recata al supermarket per fare la spesa proprio per Pasquale.

A Qualiano tante persone conoscevano la signora Teresa, una signora cortese che viveva solo per il suo Pasquale, ragazzo che si era anche laureato in Economia.

Pasquale si è lasciato ammanettare

Poco dopo il blitz dei carabinieri, il malato di mente è stato portato via. I suoi concittadini lo offendevano. Non gli perdoneranno mai, probabilmente, tale omicidio. Il comandante provinciale dei carabinieri di Napoli, Ubaldo Del Monaco, ha affermato dopo l’arresto dello psicolabile: ‘Non ha detto nulla, non ha opposto resistenza e si è lasciato ammanettare’.

Una trattativa lunga, quella a Qualiano, che ha avuto un epilogo positivo. Certo, la storia è macchiata dall’omicidio della signora Teresa. I carabinieri hanno fatto il possibile per evitare che il 37enne puntasse l’arma da fuoco contro se stesso e premesse il grilletto. Molti temevano un suicidio, visto che Pasquale aveva già provato, in passato, a togliersi la vita. Sembra che lo psicotico abbia seguito la diretta della trattativa sui social e in tv mentre era barricato in casa.

La testimonianza di alcuni vicini

Ieri, a Qualiano, pioveva. Tante persone però hanno sfidato la pioggia battente per assistere alla trattativa, la lunga trattativa che ha portato all’arresto di Pasquale De Falco. Alcuni cittadini hanno detto: ‘Abbiamo sentito dei colpi questa mattina, ma non avremmo potuto mai immaginare che si trattasse proprio di Pasquale e Teresa’.

Gli uomini della Scientifica, dopo l’arresto del malato di mente, sono entrati in casa per effettuare i primi rilevamenti e portare via il corpo esanime della povera Teresa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *