Mania di mangiare capsule di detersivo dilaga tra gli adolescenti

By | 30 gennaio 2018

Usa-capsule-detersivo-videoSempre più adolescenti, negli Usa, masticano capsule di detersivo e si fanno riprendere. Una mania pericolosa che non si arresta, negli Stati Uniti, nonostante le numerose campagne disincentivanti. L’American Association of Poison Control Centers, ovvero il Centro Antiveleni americano, ha reso noto che, dall’inizio del 2018 ad oggi, si sono registrati 86 casi di Tide Pod Challenge, ovvero la grottesca sfida che vede protagoniste le capsule di detersivo. Chi ne mangia di più vince. Qualcosa di veramente allucinante.

Video su YouTube

86 casi di Tide Pod Challenge dall’inizio di quest’anno. Un numero superiore a quello dell’anno scorso. Dal 1 gennaio al 31 dicembre 2017 si erano registrati 57 casi. Nel 2016, invece, ‘solo’ 36.

La stramba e pericolosa sfida tra i teenagers americani continua a far parlare di sé, e continua a spopolare. Sul web sono stati postati tanti video che ritraggono ragazzini mentre mangiano compresse di detersivo. Ragazzi inconsapevoli, forse, dei rischi derivanti dalla strana mania.

Comportamento sciocco e pericoloso

Stephen Kaminski, CEO dell’AAPCC, ha affermato riguardo alla bislacco trend: ‘Non possiamo sottolineare abbastanza quanto questo sia pericoloso per la salute degli individui: può portare a convulsioni, edema polmonare, arresto respiratorio, coma e persino morte’.

I video che circolano sui social media mostrano bimbi e ragazzi che mordono confezioni di detersivi liquidi colorati, oppure li cuociono nelle padelle, li ingoiano e poi li vomitano. Gli esperti non si stancheranno mai di ricordare che tutto ciò è pericoloso.

Alfred Aleguas, CEO del Florida Poison Information Center di Tampa, ha rivelato ai microfoni del Washington Post che mangiare capsule di detersivo è ‘un comportamento piuttosto sciocco’.

loading...

Jessica Mason, portavoce di YouTube, ha affermato che verranno presto rimossi i filmati che ritraggono le aberranti sfide tra adolescenti: ‘Le Norme della community di YouTube vietano i contenuti destinati a incoraggiare attività pericolose che presentano un rischio intrinseco di danni fisici’.

Nel 2017 sono pervenute ai centri di controllo dei veleni degli Usa segnalazioni di oltre 10.500 bambini under 5 esposti alle capsule.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *