Maniaco dell’ascensore molesta 13enne, in libertà dal 2014

By | 29 settembre 2017

Milano, maniaco dell'ascensore arrestato per molestie su 13enneEra stato liberato alla fine del 2014, dopo aver scontato 8 anni di carcere. Edgar Bianchi, alias il ‘maniaco dell’ascensore’, è tornato a colpire. Il 38enne dal viso d’angelo ha molestato una 13enne, mercoledì scorso, 27 settembre 2017, a Milano. Come recita il proverbio, ‘il lupo perde il pelo ma non il vizio’, ed Edgar, nonostante le tante condanne per 25 violenze sessuali commesse in Liguria, ha deciso di molestare nuovamente, sempre giovani e indifese ragazze. Sempre lo stesso il modus operandi. Edgar ha pedinato la 13enne, poi, nel pressi di un edificio, l’ha bloccata, le ha messo una mano sulla bocca per non farla urlare, conducendola poi in un luogo appartato, dove l’ha molestata. E’ successo a via Rubens, a Milano. La ragazzina, dopo aver subito le molestie, è corsa dai genitori, in lacrime, a cui ha raccontato tutto. E’ scattata la denuncia e sono partite le indagini. Viste le modalità con cui era stata commessa la violenza, i poliziotti avevano subito capito che l’autore della violenza sessuale era Edgar Bianchi.

Edgar Bianchi era uscito dalla stazione del metrò di Segesta

Dopo diverse ore dalle molestie, il ‘maniaco dell’ascensore’ è stato arrestato nell’androne di un edificio. Gli uomini della Squadra mobile, diretti da Lorenzo Bucossi, sono risaliti a lui grazie al tutore alla gamba. Dalle immagini contenute nelle telecamere di sorveglianza, gli investigatori hanno appreso che Bianchi era uscito dalla stazione del metrò di Segesta. Bucossi ha subito attivato 150 poliziotti. Tutti alla ricerca di Edgar che, alla fine, sentendosi con le spalle al muro, ha preferito costituirsi. E’ presto, ancora, per dire se l’uomo sia coinvolto nei casi di molestie che si sono registrati recentemente a Milano, come quello che ha protagonista una bimba cinese di 6 anni. Attualmente sembra che il maniaco dell’ascensore sia estraneo a tali molestie. E’ presto, comunque, per giungere a conclusioni affrettate.

‘E’ un criminale seriale e in queste ore siamo al lavoro per ricostruire i suoi movimenti e capire se abbia usato violenza anche a altre donne’, ha affermato nelle ultime ore Bucossi.

Maniaco dell’ascensore terrorizzò Genova per due anni

Un mercoledì drammatico, quello appena passato, per una 13enne milanese. La ragazzina ha vissuto momenti terribili. Il maniaco dell’ascensore l’ha bloccata e molestata in un punto appartato, all’interno di un edificio, in via Rubens. Dopo le molestie, la minore è stata condotta alla clinica Mangiagalli per un controllo generale. Nella stessa clinica, tempo fa, era stata condotta anche l’81enne stuprata al Parco Nord, nonché la canadese violentata da un falso tassista.

Il ‘maniaco dell’ascensore’, al secolo Edgar Bianchi, aveva atterrito Genova per un paio d’anni. Edgar sceglieva dapprima le sue vittime, solitamente ragazzine filiformi e minute, quindi incapaci di difendersi, le pedinava ed entrava con loro negli ascensori. Poi le molestava. Il barista avrebbe molestato e stuprato, tra il 2004 e il 2006, 24 studentesse delle medie. In realtà avrebbe molestato anche una 17enne.

I poliziotti di Genova erano riusciti a risalire a Bianchi grazie alla comparazione del materiale organico ritrovato sui luoghi delle molestie e la sua saliva. Non c’erano dubbi: era proprio lui il maniaco dell’ascensore. Nel settembre del 2006, dopo tante ricerche, erano scattate le manette per il maniaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *