Cronaca

Maresciallo dei carabinieri si spara al tribunale di Napoli

Carabiniere-maresciallo-Napoli-suicidioUn carabiniere si è recato al 29esimo piano della Torre A del Palazzo di Giustizia di Napoli e si è sparato con la pistola di ordinanza. Il gesto estremo è stato commesso nell’area dell’eliporto. E’ stato proprio un elicottero, poi, a trasportare d’urgenza, in codice rosso, il militare all’ospedale Cardarelli. Nessuno avrebbe assistito alla tragica scena. Secondo le prime informazioni, le condizioni del militare sono pessime. Non si conosce ancora il motivo dell’insano gesto. Sulla scena del tentato suicidio sono arrivati anche i vigili del fuoco.

Il militare ha 45 anni e risiede a Caserta

L’uomo che ha cercato, stamane, di togliersi la vita ha 45 anni ed è un maresciallo in servizio presso il reparto servizi magistratura del tribunale di Napoli. Risiede a Caserta.

Militari che cercano di togliersi la vita. Non è la prima volta che balza agli onori delle cronache una notizia così triste. In Italia si sono suicidati, negli ultimi anni, molti appartenenti alle forze dell’ordine. Come mai? Perché un carabiniere  arriva a suicidarsi con la pistola d’ordinanza?

Il parere della criminologa Maria Grazia Santucci

Maria Grazia Santucci, criminologa, psicoterapeuta della famiglia, e grande esperta in psicologia dell’emergenza, ha cercato più volte di dare una spiegazione alla recrudescenza dei casi di suicidio nelle forze dell’ordine: ‘Mi raccontavano (alcuni finanzieri, ndr) che quando stavano male non lo potevano dire a nessuno, perché se mostravano di essere depressi venivano allontanati dal lavoro e messi a riposo, in malattia, non potevano magari progredire con la carriera. E questo rappresenta un vero problema. Se non posso dire che sto male, se non posso essere curato, se non posso prendere medicine, a chi mi devo rivolgere? E allora capita che molti appartenenti alle forze dell’ordine si suicidano, fanno pazzie’.

La Santucci ha poi aggiunto che gli appartenenti alle forze dell’ordine ‘sono persone particolarmente vulnerabili, hanno con loro armi che rappresentano strumenti per commettere stupidaggini. Sono persone a rischio perché fanno un lavoro a rischio, perché sono sottoposti a stress continuo, perché incontrano persone in momenti tragici’.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.