McDonald’s, muffa nella macchina del gelato: confessione di un dipendente

By | 25 luglio 2017

McDonald's, muffa nella macchina del gelatoSi torna a parlare di McDonald’s e della qualità dei cibi somministrati nei locali della celebre catena di fast food americana. Di polemiche sulla pessima qualità degli alimenti che si consumano negli store McDonald’s ne sono scoppiate tante, in Italia e nel mondo, in questi anni. Nonostante ciò, McDonald’s è ancora un big e senza di lui molte famiglie non saprebbero che fare il sabato sera. Un dipendente McDonald’s ha puntato i riflettori recentemente verso il gelato offerto dal noto fast food americano. Alzi la mano chi non ha mai mangiato un McFlurry: buono e appagante senza dubbio. Le perplessità riguardano la qualità di tale alimento. Il ragazzo, che sostiene di lavorare in un locale McDonald’s degli Usa, ha mostrato l’interno di una macchina del gelato. Le immagini, certamente rivoltanti, sono subito diventate virali. Si capisce subito perché il McFlurry non è proprio uno degli alimenti più salutari sul pianeta.

La muffa nella macchina del gelato

L’immagine che mostra l’interno di una macchina del gelato usata in uno store McDonald’s degli Stati Uniti ha lasciato di stucco tantissime persone. In quell’apparecchio c’era tanta muffa. In poche parole, i gelati, in quel locale, vengono prodotti con dispositivi non certamente pulitissimi. Molti internauti e dipendenti McDonald’s hanno contestato la persona che ha pubblicato lo scatto, sostenendo che quello non è certamente l’interno di una macchina del gelato ma una parte piena di grasso del grill. Il ragazzo che ha postato lo scatto ha giurato che quella è una macchina del gelato. Nonostante ciò, molti pensano che si sta cercando di boicottare il McFlurry.

loading...

Perché nella macchina del gelato della foto c’è così tanta muffa? Beh, a quanto pare, i dipendenti non la puliscono spesso e i dirigenti non gli insegnano come detergerla. Davanti a foto del genere è difficile pensare a un McFlurry. Muffa o non muffa, una cosa è certa: i locali McDonald’s saranno sempre pieni di gente. La maggior parte degli avventori dei fast food, infatti, è cosciente del fatto che il cibo servito e consumato non è molto salutare. Non importa, però. Una volta ogni tanto si può passare una serata al McDonald’s. Ovviamente è sempre questione di gusti. C’è chi, ad esempio, non ha mai messo piede in un fast food.

Lavorare al McDonald’s: questione di tempo e numeri

Se recarsi in un McDonald’s per consumare un McFlurry è questione di gusti, lavorarci è questione di tempo e di numeri. Tante persone che lavorano o hanno lavorato in tali fast food dicono che nei McDonald’s è tutto un conto alla rovescia. Per esempio, da quando il cliente si mette in fila fino al ritiro del cibo non devono passare più di 210 secondi. Ogni panino può rimanere nel bin al massimo per 10 minuti. Se in tale lasso di tempo non viene venduto va buttato nel cestino perché non rispetta più i rigidi canoni McDonald’s. Nelle cucine ci sono tantissimi timer perché la cottura e la preparazione di ogni cibo, McFlurry compreso, deve avere un tempo minimo e massimo. La cucina del McDonald’s è una sorta di catena di montaggio. L’obiettivo è servire il maggior numero di clienti in un tempo esiguo. Detto ciò, è intuibile che la qualità degli alimenti possa risentirne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *