Cronaca

Melanoma oculare in gravidanza: donna salvata partorisce Nicolas

Nicolas Sant'Anna TorinoIeri sera, all’ospedale Sant’Anna di Torino, è nato Nicolas, figlio della 28enne affetta da melanoma oculare. Il piccolo pesa 3,6 kg e sta bene. La madre aveva scoperto di essere affetta da una rara forma di melanoma oculare durante la gravidanza. La vita di madre e figlio sono state in pericolo ma, per fortuna, tutto è andato per il meglio. Lo scorso ottobre la 28enne era stata sottoposta a un delicato intervento di enucleazione dell’occhio sinistro. La rara neoplasia aveva bersagliato un elemento importante dell’occhio. La donna, all’epoca, era al sesto mese di gravidanza.

Forma rara di tumore

Nicolas è, in un certo senso, un miracolo e il frutto dell’abilità dei medici italiani. Il personale sanitario ha saputo guarire la donna e permetterle di diventare mamma.

La neoplasia che aveva bersagliato la neo mamma colpisce l’occhio meno dello 0,4% delle donne in dolce attesa, quindi era una forma più unica che rara. Nonostante ciò, i medici italiani, grazie alla loro abilità, hanno saputo salvare la paziente, consentendole di diventare mamma. Una gioia intensa per la 28enne, che passerà il Natale più bello della sua vita insieme al piccolo Nicolas.

Quel melanoma oculare avrebbe potuto ledere il feto. Fortunatamente, Nicolas sta bene, non ha riportato lesioni e non è nato sottopeso o con malformazioni. Tutto ok.

Collaborazione vincente tra Cto e Sant’Anna

Determinante è stata la partnership tra il Cto e il Sant’Anna. Il personale sanitario del Sant’Anna è specializzato nel trattare situazioni impreviste ed incipienti.

Nel giro di pochi giorni, il personale sanitario del Cto aveva messo insieme tutti gli specialisti per salvare la 28enne e il figlioletto che aveva nel grembo. L’operazione era stata eseguita correttamente. Fenomenale anche il decorso post operatorio. La signora aveva potuto così continuare tranquillamente la sua gestazione. Ieri il miracolo, Nicolas è nato, riempiendo di gioia la vita di mamma, papà, nonni e tutti i parenti. Complimenti alla sanità piemontese!

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.