Allarme meningite in Toscana: ragazzo di Prato ricoverato

By | 20 ottobre 2016

La meningite torna a picchiare duro in Toscana, nelle ultime ore sono state ricoverate 2 persone

 

In Toscana è allerta meningite. Nelle ultime ore sono finiti in ospedale un 20enne e una donna di 89 anni. Il primo è stato ricoverato presso l’ospedale ‘Santo Stefano’ di Prato, la seconda, invece, all’ospedale unico delle Apuane.

Profilassi per le persone entrate in contatto con i malati

Il ragazzo di Prato è stato ricoverato proprio stamane nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale ‘Santo Stefano’. I medici lo hanno subito sottoposto alle cure previste in tali casi. L’Asl Toscana Centro ha rivelato che è entrato subito in azione anche il servizio d’igiene del dipartimento di prevenzione. Ora si sta cercando di scoprire i locali frequentati dal 20enne nei 10 giorni antecedenti alla comparsa dei sintomi della meningite. A breve inizierà anche la profilassi con un valido antibiotico per tutti coloro che sono stati a contatto con il ragazzo. Secondo il personale sanitario del ‘Santo Stefano’ il giovane è stato colpito da meningococco di tipo C.

La donna di 89 anni ricoverata all’ospedale unico delle Apuane è affetta invece da sepsi meningococcica, la cui origine è attualmente ignota. Ora la donna è fuori pericolo e nessuno rischia infezioni. E’ già stata effettuata la profilassi per tutte le persone venute a contatto con l’anziana negli ultimi giorni. La meningite, però, preoccupa nonostante le rassicurazioni dei medici e dei sindaci. Com’è possibile che un’anziana che trascorre molto tempo a casa, uscendo pochissimo, si possa ammalare di meningite? Attualmente è un mistero.

La meningite può uccidere

Davanti alla meningite non bisogna abbassare la guardia perché può uccidere. Lo sanno bene i familiari, gli amici e i conoscenti di una ragazza italiana che, lo scorso agosto, è morta Vienna. La giovane si era recata a Cracovia per partecipare alla Giornata mondiale della Gioventù. Un viaggio che le è costato la vita. La meningite, dunque, stronca se viene trascurata. La forma peggiore di tale patologia è quella batterica, causata dal temibile germe del meningococco.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *