News

Michael Jackson, test del DNA eseguito da Terminator?

Il test del DNA prova che Brandon Howard è il quarto figlio di Michael Jackson. Ma chi ha eseguito l’analisi da laboratorio?

Sebbene il nostro titolo possa apparire alquanto surreale, esso sintetizza al meglio il marasma scaturito michael jacksonin questi giorni intorno al nuovo figlio, o presunto tale, di Michale Jackson: il cantante Brandon Howard.

Le voci su questo gossip si susseguono ad un ritmo incalzante: c’eravamo lasciati con Alki David, miliardario proprietario di FilmOn.com che supportato dalle prove del DNA veva – a suo dire – dimostrato che Michal Jackson fosse padre di Brandon Howard.
Tuttavia un elemento ci aveva insospettiti, e cioè che pur mostrando a TMZ il risultato dei test, David si era rifiutato di fornire indicazioni sul laboratorio dove essi erano stati svolti, limitandosi ad una vaga indicazione geografica che ci indirizzava in Irlanda.

Guardando il foglio c’è subito un particolare che balza all’occhio, prima ancora dell’esito dell’esame sul DNA di Michael Jackson: il logo del laboratorio. Questo è la foto pubblicata su TMZ.
tmz test dna

Ecco, ora guardate il simbolo dei soldati della resistenza nel film “Terminator Salvation”.
terminator salvation

I due simboli sono perfettamente uguali. Dunque, o le analisi del DNA sono state fatte da Terminator, o c’è qualcosa di molto strano.
Alki David ha risposto alle polemiche ammettendo di aver preso il simbolo dal film, ma al solo scopo di abbellire il documento che altrimenti sarebbe stato “troppo freddo per essere mostrato ai media.”
Un’argomentazione un po’ originale, giacché non ci risulta che un documento medico debba costituire un piacere estetico per gli occhi.

Passando oltre, David ha poi detto di voler mantenere l’anonimato sul laboratorio dove sono state effettuate le analisi perché:“questi dati sono segreti e non dovrebbero essere di dominio pubblico.”

Su questo possiamo anche essere d’accordo, ma non riusciamo comunque a trovare un nesso con la falsificazione del logo.
In tutto ciò, il diretto interessato, cioè Brandon Howard, continua a dissociarsi dalla polemica e afferma di non aver mai preteso di essere riconosciuto come figlio da Michael Jackson. Per il momento i dati sono questi, in attesa di nuovi sviluppi ognuno di noi è libero di trarre le sue conclusioni.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.