Milano, incendio in centro anziani causato da sigaretta: un ferito grave

0
sigaretta incendio milano

Emergenza all’Istituto Palazzolo di Milano, struttura di lungodegenza per anziani a Milano. Nella tarda serata di ieri, intorno alle ore 22 circa, è divampato un incendio.

Incendio Istituto Palazzolo Milano

L’Istituto Palazzolo di Milano è una struttura medica per anziani lungodegenti gestito dalla Fondazione Don Gnocchi. Ieri sera all’interno di una stanza è divampato un incendio. L’uomo che era dentro ha subito gravi lesioni ed è stato ricoverato al Niguarda in prognosi riservata, 18 le persone coinvolte in totale tra cui un codice giallo e uno verde.

Incendio innescato da sigaretta

Secondo quanto riferiscono i carabinieri, il principio d’incendio sarebbe stato innescato da una sigaretta lasciata accesa nella camera dove si trovava l’uomo che ha riportato le lesioni più gravi, non sarebbe comunque in pericolo di vita. Il personale dell’Istituto Palazzolo e i Vigli del Fuoco hanno liberato il reparto di lungodegenza e hanno accompagnato i pazienti in un altro reparto della struttura.

Cos’è l’Istituto Palazzolo

L’Istituto Palazzolo è gestito dalla Fondazione Don Gnocchi da circa 20 anni ed è una struttura che offre assistenza all’avanguardia. Le attività dell’Istituto si concentrano soprattutto sulle infermità degli anziani con patologie a carattere degenerativo, la missione è quella di non farli sentire da soli nell’ultima fase della loro vita. L’Istituto Palazzolo è una delle più grandi strutture geriatriche del nostro Paese, 820 posti letto divisi in settori in base alle esigenze mediche, oltre alla lungodegenza ci sono reparti dedicati dalla Medicina con indirizzo geriatrico, riabilitazione e cure intermedie, e quelli specifici per stati vegetativi e per l’Alzheimer.

Leggi anche le altre Notizie di attualità e curiosità di ZZ7 anche su Google News e premi la Stellina cliccando QUI sotto per seguire le News.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.