Militare si suicida a Roma: shock alla stazione Barberini

By | 1 febbraio 2018
loading...

Militare-Roma-suicidio-stazione-BarberiniGiornata tragica a Roma. Un caporalmaggiore dell’Esercito si è suicidato in un bagno della stazione Barberini della metropolitana. Il militare del reggimento bersaglieri di Cosenza si è sparato un colpo con la pistola d’ordinanza. Prima del gesto estremo, il 29enne stava controllando con un collega le persone che entravano ed uscivano dalla stazione. Il caporalmaggiore ha premuto il grilletto della sua pistola dopo essere entrato nel bagno riservato al personale. Un altro soldato e diversi addetti alla stazione hanno sentito un forte rumore e sono corsi in bagno. Per il caporalmaggiore, però, non c’è stato niente da fare.

Ignote le ragioni del suicidio

Non si conoscono le ragioni del suicidio. La stazione Barberini è stata immediatamente chiusa per permettere ai carabinieri di svolgere i primi accertamenti. Sul caso indagano sia i carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Roma che quelli della compagnia Roma Centro.

I convogli attualmente non fanno soste alla stazione Barberini. Non si sa molto del suicida. Aveva iniziato il turno, stamane, alle 7 insieme ad altri due militari. Era impegnato nell’operazione ‘Strade Sicure’.

Il 29enne è stato immortalato mentre entrava nel bagno da una telecamera di sorveglianza. Era solo. Il caporal maggiore lascia la moglie e un figlio.

Il maresciallo dei carabinieri suicida a Napoli

Ennesimo suicidio di un militare italiano. Due giorni fa, presso il Palazzo di Giustizia di Napoli, un maresciallo dei carabinieri, A.M. si è tolto la vita con la pistola d’ordinanza. Il carabinieri è spirato nel nosocomio Cardarelli. Il dramma si è consumato al 29esimo piano del Palazzo di Giustizia.

Il carabiniere suicida a Napoli non ha lasciato biglietti per indicare il motivo del gesto estremo. Secondo le ultime informazioni, la tragedia sarebbe scaturita da problematiche familiari. Il maresciallo si era separato dalla moglie, da cui aveva avuto una figlia, da diversi mesi. Adesso si dovrà scoprire il motivo del suicidio del caporal maggiore in servizio a Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *