Modella 14enne sfila per 13 ore di seguito e muore: contratto da schiava

By | 28 ottobre 2017

Cina, modella 14enne sfila per 13 ore di seguito e stramazza per terraEpisodio che riaprirà sicuramente il dibattito sulla vita difficile delle modelle, costrette spesso a lavorare in continuazione e sottoposte a regimi alimentari spaventosi. Vlada Dzyuba aveva solo 14 anni ma era un astro nascente del mondo della moda. Molti credevano in lei e per questo la facevano lavorare spesso. La facevano lavorare troppo. Vlada era affetta da meningite ma non aveva mai avuto il coraggio di dirlo ai suoi datori di lavoro. La madre però lo sapeva. Il cuore della 14enne russa ha smesso di battere a Shangai, in Cina. Aveva sfilato per 13 ore di seguito. Un tour de force che l’ha stroncata. Dopo tutte quelle ore sulle passerelle, Vlada ha perso i sensi ed è stata trasportata in ospedale, dove è morta qualche giorno dopo. Il Siberian Times ha rivelato che la Dzyuba era malata di meningite cronica ma non si era mai rivolta a un medico perché il suo contratto non contemplava un’assicurazione sanitaria. Avrebbe dovuto pagarsi quindi tutto da sola.

Avrebbe dovuto lavorare solo tre ore a settimana

Vlada Dzyuba avrebbe dovuto lavorare, per contratto, tre ore a settimana. In realtà tale soglia era stata sempre superata abbondantemente. La giovanissima modella russa era sottoposta continuamente a sforzi non indifferenti. A Shangai, dopo 13 ore di lavoro, Vlada è stata colta da una febbre altissima ed ha perso i sensi. In men che non si dica è stata trasportata in ospedale ma i medici non sono riusciti a salvarla. La 14enne è caduta in un coma profondo e, dopo due giorni dal ricovero, è deceduta.

I medici hanno detto che la giovane modella russa è morta per un forte esaurimento dovuto a un considerevole numero di ore di lavoro. Vlada lavorava in Cina da 3 mesi. Era stata assunta da una nota agenzia di moda, un’agenzia che, a quanto pare, non cura molto i suoi dipendenti, non si preoccupa delle loro condizioni di salute. E’ indubbio che adesso il titolare dell’agenzia dovrà spiegare agli investigatori il motivo per cui Vlada aveva lavorato per 13 ore di fila, senza fermarsi mai.

La mamma le diceva di recarsi in ospedale

La 14enne era legata all’agenzia mediante un contratto allucinante, che non prevedeva neanche l’assicurazione sanitaria. La mamma della piccola top model era al corrente di tutto e per questo chiamava spesso la figlia per sincerarsi della sue condizioni di salute. La donna ha rivelato che, recentemente, Vlada le aveva detto di sentirsi stanca ma aveva paura di andare in ospedale.

Alla fine la modella bambina ha ceduto al troppo lavoro. Dall’esame autoptico sul corpo della 14enne è emerso che il decesso è stato dovuto alla meningite peggiorata per un ‘esaurimento totale’.

Il caso fa riflettere sulle condizioni di lavoro delle modelle russe in Cina. Negli ultimi tempi, diverse agenzie cinesi reclutano numerose modelle russe e le fanno lavorare moltissime ore.

Adesso la Russia chiede spiegazioni alla Cina sulla morte della 14enne, anche perché, a causa di tale contratto, la minorenne si era assentata da scuola. Vlada frequentava un istituto a Perm, negli Urali.

‘Non ho dormito e l’ho chiamata spesso, dicendole di andare in ospedale’, ha dichiarato la madre della modella defunta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *