Moreno picchia Miss Simpatia: denunciato

By | 2 aprile 2016

Moreno malmena Missa?Moreno, noto rapper genovese venuto alla ribalta grazie alla scuola di “Amici”, avrebbe picchiato la collega Sandra Piacentini, inizialmente conosciuta con lo pseudonimo Miss Simpatia

 

 

loading...

 

Rapper promette azioni legali

Il rapper genovese sarebbe stato denunciato dalla collega per aggressione verbale e fisica. Sarà vero? Per Miss Simpatia, anzi Missa, è tutto vero e lo ha rivelato anche sul suo profilo Facebook. Sembra che, in occasione di un concerto in Messico, Moreno si sia comportato sgarbatamente un po’ con tutti, specialmente con Barbara Fava, una modella italiana che svolge il suo mestiere a Città del Messico. Barbara avrebbe addirittura chiesto aiuto alla Universal Music Italia, reclamando provvedimenti nei confronti del rapper genovese. Quest’ultimo, intimorito, avrebbe chiesto a Miss Simpatia di schierarsi dalla sua parte perché temeva che la vicenda potesse danneggiare la sua carriera. Missa, però, rispose picche e l’artista s’infuriò non poco, minacciandola e picchiandola. La rapper ha detto che Moreno finì anche, per qualche ora, in galera che, però, non servì a calmarlo; insomma, Moreno ha mantenuto un atteggiamento arrogante e brutale. Sarà vero? Voi che pensate? Moreno smentisce tutto e promette azioni legali. Sul suo profilo Facebook ha scritto di recente:

“A seguito della pubblicazione di alcune notizie false e gravemente lesive sia del mio onore di uomo che della mia immagine di artista, intendo chiarire questa assurda vicenda avendo già demandato alle sedi opportune l’individuazione delle relative responsabilità”.

“Moreno mi ha strappato i capelli”

Moreno sostiene che non ha mai picchiato nessuno, tantomeno Miss Simpatia, agitandosi solamente un po’; niente di più. Il rapper ligure, comunque, ha dato incarico ai suoi legali di chiarire la vicenda perché non accetta che la sua reputazione e la sua carriera vengano lese gratuitamente, senza alcun motivo. Eppure Missa continua ad affermare che il rapper genovese l’ha malmenata:

“Moreno mi ha strappato i capelli, tirato le dita, ha anche minacciato mio figlio”.

Decisamente forti le parole di Miss Simpatia, che Moreno smentisce categoricamente. Eppure, secondo Sandra Piacentini, su quel volo diretto a Madrid, lo scorso 22 marzo, qualcosa di molto grave è successo. I due hanno iniziato a litigare in modo acceso, anche dopo l’atterraggio dell’aereo. Miss Simpatia ha scritto su Facebook:

“Moreno ha iniziato a dirmi ‘sei una p……’, ‘tuo figlio è un figlio di p……’, ‘appena scendiamo dall’aereo ti ammazzo’, ‘meriti di essere stuprata’, ‘porto via tuo figlio’… e cose peggiori che non riesco a ripetere. Dopo giorni e giorni di insulti da parte di Moreno quando mi ha detto P……. io ho risposto ‘tua madre’ ovviamente non perché pensavo che la madre sia una p…… ma perché mi ha preso per sfinimento e sono caduta in basso nel rispondere. Questo ha scatenato l’aggressione fisica. Moreno mi ha strappato i capelli, ha cercato di spezzarmi le dita, e mi ha infilato in bocca le dita cercando di lesionarmi la bocca”.

Ex concorrente “Amici” ha passato ore in carcere?

Miss Simpatia ha detto che, successivamente all’aggressione, Moreno ha trascorso qualche ora in carcere e poi è stato rilasciato dalle autorità spagnole. Tutto falso, invece, per l’ex concorrente di “Amici”, che però non ha negato il battibecco con la collega:

“La discussione è nata perché non ci siamo trovati all’appuntamento per andare in aeroporto. Ho sbagliato perché mi sono innervosito e sono volate parole di troppo. Dopo avermi offeso pesantemente, la Signora Piacentini mi ha spinto, io mi sono aggrappato a lei e le ho afferrato una mano per non cadere”.

Miss Simpatia ha anche confessato alle autorità di avere un flirt con Moreno. Questo, però, ha smentito la relazione:

“Chiarisco che, contrariamente da quanto da lei dichiarato nella copia del verbale del quale ho appena appreso l’esistenza, non è in corso con la signora Piacentini alcuna relazione sentimentale, come la stessa ha perfino dichiarato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *