Animali

Morso da ragno violino, vigile si salva: ‘Sono vivo per miracolo’

Ragno violino morde vigile di Terni, salvatoIl morso del ragno violino, uno degli aracnidi più velonosi sula faccia della terra, può costare la vita. Ha rischiato grosso, nei mesi scorsi, anche un vigile urbano che presta servizio a Terni. A salvarlo sono stati i medici e gli infermieri dell’ospedale di Terni. La storia del vigile è stata raccontata di recente dalla professoressa Daniela Francisci, responsabile della clinica di Malattie Infettive dell’ospedale di Terni.

Bolle sul braccio

Il vigile 59enne era stato trasportato all’ospedale della cittadina umbra a gennaio 2018. Medici e infermieri avevano immediatamente constatato la gravità della situazione, disponendo il trasferimento dell’uomo nel reparto di Malattie infettive.

Quando era arrivato nel nosocomio ternano, il vigile era privo di coscienza. Sul corpo c’erano tante bolle, il braccio era turgido e in via di necrosi. Il veleno del ragno si trovava nell’organismo del 59enne da svariati giorni ed aveva intaccato già organi come fegato, reni e cuore.

Il personale sanitario dell’ospedale di Terni, nell’arco di 14 giorni, è riuscito a salvare il paziente grazie a innumerevoli trattamenti, come somministrazione di antibiotici, rimozione dei tessuti necrotizzati e disinfezioni continue. Nonostante l’estrema gravità della situazione, l’equipe di Terni è riuscita a salvare il vigile morso dal ragno violino. Una grande impresa che riempie di orgoglio il personale sanitario del nosocomio italiano.

Recuperata funzionalità degli organi

La professoressa Francisci definisce la guarigione del 59enne ‘un risultato eccellente, considerando che, superato lo stato tossico e settico generale con cui era entrato, si è riusciti a recuperare la completa funzionalità di tutti gli organi oltre che del braccio colpito’.

Oggi il vigile ternano sa bene di essere vivo per miracolo: ‘Quando sono arrivato all’ospedale di Terni non parlavo più e la funzionalità di alcuni organi era ormai compromessa. Se l’ho raccontata lo devo alla professionalità dell’equipe medica del reparto di malattie infettive guidato dalla professoressa Daniela Francisci’.

Morso nel giardino della sua casa

Il protagonista di questa storia a lieto fine ha raccontato di essere stato morso dal ragno violino nel giardino della sua abitazione. All’inizio non aveva dato peso alla ferita; poi ha iniziato ad accusare malori e si è ritrovato, moribondo, al Pronto soccorso. I medici Daniela Francisci e Alessandro Lavagna, dopo averlo visitato, era riusciti a correlare i malesseri al morso del ragno violino.

Il 59enne ha raccontato che la storia è iniziata quando aveva deciso di fare qualche lavoro a casa: ‘Ho infilato le mani in un sacco di gesso, ho visto un piccolo ragno sul braccio e l’ho subito tolto. Non ho sentito dolore e non gli ho dato peso. Dopo un paio di giorni si erano formate due piccole croste a distanza di due centimetri l’una dall’altra, ma non avrei immaginato che quello sarebbe stato solo l’inizio di un calvario’.

Persone esemplari

‘Se fosse andata bene avrei rischiato l’amputazione del braccio ma il veleno che era andato in circolo stava per intaccare fegato e cuore. Non è stato semplice risalire all’origine della patologia. I medici, visto il lavoro che svolgo, mi hanno fatto una serie di domande per capire quale tipo di contatti avessi avuto negli ultimi tempi. In questo frangente ho raccontato l’episodio di quel piccolo ragno che mi aveva morso diversi giorni prima e questo ha permesso di ricostruire quello che era accaduto e iniziare una terapia antibiotica mirata’, ha rivelato il vigile.

Vivo per miracolo, anzi grazie all’operosità e all’abilità dei medici e degli infermieri dell’ospedale di Terni. ‘Non finirò mai di ringraziare i medici e gli operatori del reparto di malattie infettive dell’ospedale. Sono persone encomiabili per la professionalità e perché operano tra mille difficoltà, con un organico ridotto al minimo. E mi hanno ridato la vita’, ha concluso il poliziotto urbano.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.