Muore mentre studia: Teresa Laviscio trovata esanime dalla mamma

By | 3 novembre 2017

Marcianise, la morte della 18enne Teresa LaviscioLutto a Marcianise, in provincia di Caserta, per la morte della 18enne Teresa Laviscio. La ragazza frequentava la terza L del liceo classico Quercia ed aveva profittato del ponte di Ognissanti per studiare un po’. ‘Mamma vado un po’ a studiare in cameretta’, aveva detto la 18enne alla madre, l’altro giorno. La giovane aveva voluto concedere del tempo ai libri nonostante sentisse freddo. Teresa non si sentiva bene. La mamma, non vedendola tornare, si era recata in cameretta, facendo la triste scoperta. Teresa era senza sensi, supina sul salotto. La donna ha subito chiamato il 118. La giovane Laviscio è stata trasportata al Pronto soccorso in ambulanza ma i medici non hanno potuto fare altro che accertarne la morte. Il cadavere di Teresa è stato poi portato all’obitorio, locale diventato subito un vera meta di pellegrinaggio. Teresa era molto conosciuta a Marcianise, così come i genitori. Parenti e amici piangono una ragazza sempre sorridente e studiosa. Tanti compagni di classe si sono recati all’obitorio per rivedere la ragazza, per l’ultimo saluto.

Il dolore del preside e degli insegnanti

I  genitori di Teresa Laviscio non riescono a comprendere la ragione dell’improvviso decesso della ragazza. Perché la 18enne è morta rapidamente? La notizia ha scosso non solo i parenti e gli amici della giovane ma anche gli insegnanti e il preside del liceo classico Quercia.

Bisognerà certamente accertare la natura del malore che, lo scorso 1 novembre 2017, ha stroncato Teresa nella sua bella casa, in via Petrarca. Marcianise è in lutto.

Familiari e amici si stringono attorno al padre e alla madre della 18enne, molto conosciuti nella cittadina in provincia di Caserta. Lui è un radiologo, lei una professoressa. Le esequie sono state celebrate presso il Duomo di Marcianise. Tanto dolore, lacrime e tristezza. Ecco uno dei messaggi più commoventi letti durante l’omelia: ‘Non restare a piangere sulla mia tomba. Non sono lì. Sono mille venti che soffiano. Sono la scintilla diamante sulla neve. Sono la luce del sole sul grano maturo. Sono la pioggerellina d’autunno. Sono le stelle che brillano la notte. Non restare a piangere sulla mia tomba. Non sono lì’. 

Teresa Laviscio prossima alla Maturità

Teresa Laviscio frequentava l’ultimo anno del liceo classico, quindi era vicinissima alla Maturità. L’ultimo anno, un anno particolare e impegnativo. La 18enne lo sapeva bene e per questo sfruttava gran parte del tempo libero per studiare. Lo scorso 1 novembre 2017, però, è accaduto qualcosa di brutto, di imprevedibile.

La studentessa del Quercia aveva detto alla mamma che non si sentiva molto bene, mettendosi ugualmente a studiare. Teresa sentiva freddo, probabilmente aveva la febbre. Non vedendola tornare in salone, i parenti si erano recati nella sua cameretta per sincerarsi delle sue condizioni di salute. La 18enne era stesa sul divano, senza sensi.

La mamma aveva provato a svegliare Teresa ma ogni tentativo era stato inutile. Vani anche quelli degli operatori sanitari e dei medici del nosocomio di Marcianise. Teresa ha lasciato i genitori e il fratello. Marcianise è sotto shock per la morte di una brava ragazza, molto conosciuta e apprezzata.

I medici hanno riferito che la morte della Laviscio è avvenuta per cause naturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *