Napoli, 100 multe in un mese: disoccupata dovrà pagare 10.000 euro

By | 11 novembre 2016

A Napoli, come in molte altre città italiane, le persone non temono molto le multe. Certamente, il capoluogo campano non rappresenta la città italiana con gli automobilisti più ligi ma la storia che vede protagonista la signora Raffaella Tofani è veramente straordinaria.

Lady Multa ha chiesto aiuto a un avvocato

La signora Tofani avrebbe circolato tranquillamente, molte volte, con la sua auto, nel centro storico di Napoli senza permesso per accedere alla ztl. Adesso si ritrova sul tavolo di casa un centinaio di multe. La donna napoletana deve pagare 10.000 euro ed è disperata perché non dispone di una somma del genere; per di più ha perso il lavoro qualche anno fa (faceva la colf in una struttura religiosa). Adesso c’è il pericolo che possano arrivare altre multe. Raffaella è disperata ed ha chiesto aiuto a un legale. L’avvocato Matteo Morici ha sottolineato che si tratta di un ‘caso eccezionale’ per la quantità delle multe. Si punterà a mettere in rilievo l’inefficacia di molte notifiche e il pagamento di varie multe da parte della signora Raffaella.

E’ in ansia, oggi, quella che è stata ribattezzata ‘Lady Multa’. Questa ha confessato di non avere nulla, né una casa né un lavoro; quindi è disposta anche a lavorare gratuitamente per saldare i suoi debiti. Nessuno può aiutare Raffaella, che è vedova e madre di 3 figli, tutti disoccupati come lei. La donna si è appellata anche al sindaco ma, finora, nessuno si è fatto sentire.

2016: boom di multe in Italia

Nel 2016, lo ricordiamo, le multe sono diventate più care. Del resto, quando c’è bisogno di nuove entrate, i Comuni non fanno altro che mettere mano sulle sanzioni. Il 2016, che sta per finire, verrà ricordato come anno delle multe. Gli automobilisti indisciplinati, però, non sono appannaggio solamente di città del Sud Italia, come Napoli e Palermo: le infrazioni vengono commesse anche in metropoli come Roma, Milano e Torino. Secondo una recente indagine, a Milano è boom di cartelle Equitalia per multe non pagate. Il Comune ha dovuto contattare numerosi avvocati per la gestione delle pratiche, anche perché si è registrato un forte incremento dei ricorsi presentati dai multati.

Sembra che il settore Risorse umane del Comune di Milano abbia informato il sindaco della prossima indizione di un bando per l’assunzione di altri avvocati perché, attualmente, è impossibile gestire la situazione dei ricorsi degli automobilisti.

Intanto ‘Lady Multa’ pensa a cosa fare e spera che qualcuno le possa dare una mano. In passato la donna ha ricevuto altre multe ed ha anche vinto un contenzioso con Equitalia. Spera dunque di vincerne altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *