Cronaca

Napoli: l’odissea di una 21enne colpita da meningite

Meningite-21enne-ricoverata-al-CotugnoUna 21enne di Grumo Nevano (Napoli) ha scoperto di essere stata colpita da una grave forma di meningite dopo essersi recata in 3 ospedali, precisamente quelli di Aversa (Caserta), il Cardarelli e il Cotugno. La giovane è arrivata in pessime condizioni in quest’ultimo nosocomio. I medici l’hanno immediatamente trasferita nel reparto di Rianimazione per un’infezione da batterio Neisseria di tipo C, una gravissima forma di meningite, tra l’altro molto contagiosa. Dall’inizio del 2018 ad oggi in Campania sono stati accertati 8 casi di meningite, di cui 3 letali.

Medici di Aversa pensavano ai disturbi vascolari

Un vero calvario per la 21enne campana colpita da una forma aggressiva di meningite. I medici dell’ospedale di Aversa, dopo averla visitata, non si erano accorti della patologia. Pensavano che soffrisse di disturbi vascolari. La ragazza non si era voluta sottoporre a ulteriori esami, facendosi accompagnare all’ospedale di Caserta dai parenti. Il personale sanitario di tale nosocomio, però, non ha visitato la giovane paziente, optando per il tempestivo trasferimento al Cardarelli di Napoli. Qui una dottoressa precaria, esperta in medicina dell’emergenza, si è accorta della gravità della situazione e del bisogno di un immediato trasferimento al Cotugno, visto che è una struttura sanitaria migliore per la cura delle patologia infettive.

Medici ritengono di poterla salvare

Le condizioni della 21enne restano gravi ma i medici ritengono di poterla salvare. Lo scorso gennaio, a Torre del Greco (Napoli) la meningite aveva ucciso una 60enne. Adesso rischia una ventenne. A Napoli, dunque, c’è preoccuparsi? Fiorentino Fragranza, responsabile del reparto di Rianimazione del Cotugno, invita a non cadere prede di facili allarmismi: ‘Non c’è nessun allarme. Ogni anno registriamo alcune decine di casi, in particolare 30 nel 2016 e 18 lo scorso anno in entrambi i casi con un solo morto. Solo a fine anno potremo tirare le somme e capire l’andamento epidemiologico’.

Nelle ultime ore è stata ricoverata al Cotugno di Napoli anche una 73enne di Castellammare di Stabia. In precedenza la donna era stata trasportata al San Leonardo. Le sue condizioni sono gravi.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.