Napoli piange Anna: 15enne stroncata dalla leucemia

By | 25 marzo 2018

leucemia-anna-napoli-rione-sanitàAnna Loppolo aveva solo 15 anni. Anna è stata stroncata da un brutto male: la leucemia. Adesso Napoli piange la 15enne del popoloso rione Sanità, dove Anna era nata e cresciuta. Un dolore immenso per tutti i suoi cari e gli amici. Anna è morta lo scorso 23 marzo all’ospedale Pausilipon a causa di una rara forma di leucemia. La 15enne si era ammalata diversi mesi fa. La sua storia era diventata di pubblico dominio grazie al web. Gli internauti si erano mobilitati per il reperimento di un medicinale non venduto in Italia che avrebbe potuto salvarle alla vita. Dopo svariate ricerche, il farmaco era stato trovato ma non è bastato a guarire Anna. Il cuore della ragazzina ha smesso di battere venerdì 23 marzo 2018.

Anna sempre sorridente

Tanta commozione a Napoli, la città di Anna Loppolo. Nonostante la grave malattia, la 15enne del rione Sanità si mostrava sempre felice e sorridente sui social. Anna voleva combattere e vincere quel raro male che l’aveva colpita nei mesi scorsi. In occasione del funerale, le persone hanno fatto volare in cielo tantissimi palloncini bianchi per dare l’ultimo saluto alla ragazzina uccisa dalla leucemia. Tanti internauti, in questi giorni, hanno espresso il loro cordoglio e la loro vicinanza alla famiglia di Anna Loppolo. ‘Ninna’, pseudonimo che le avevano affibbiato, ha lottato come una leonessa fino all’ultimo. Era lei che dava forza ai parenti tristi. Anna è rimasta serena e fiduciosa fino all’ultimo, fino alla morte. Adesso i suoi cari e i suoi amici sono devastati dal dolore.

Caccia al farmaco

‘Ogni giorno indosserò sempre un sorriso migliore’ aveva scritto Anna, mostrando di non temere la leucemia. Qualche giorno fa, sui social era partita una vera e propria caccia al farmaco che sarebbe servito a curare l’infezione di Anna. Alla fine il farmaco era stato trovato. Gli internauti avevano centrato l’obiettivo grazie ai parenti che vivono all’estero. Neanche quel farmaco, però, è riuscito a salvare la 15enne del rione Sanità. Il cuore di Anna ha smesso di battere alle 13 del 23 marzo 2018. Durante le esequie della minorenne c’era tanta gente, che a un certo punto ha lasciato volare in cielo tanti palloncini bianchi.

Sui social molti hanno scritto: ‘Grazie Anna, grazie dell’esempio che ci hai donato grazie della forza che hai dimostrato’. Non sarà semplice per i familiari di Anna continuare a vivere. Anna era coraggiosa e felice nonostante la malattia. Sicuramente non vorrebbe vedere piangere giorno e notte i suoi cari, che d’ora in avanti dovranno vivere nel ricordo della sua bontà e del suo immenso coraggio. Anna Loppolo è stata stroncata dalla leucemia, ovvero una terribile patologia che interessa il sistema linfatico, le cellule staminali emopoietiche e il midollo osseo. Quando si parla di leucemia bisogna fare una precisazione. Di tale patologia ne esistono 2 tipologie: leucemia acuta (colpisce improvvisamente) e cronica (peggiora col passar del tempo).

La scienza tende a suddividere la leucemia in 4 tipi comuni: leucemia mieloide acuta, leucemia mieloide cronica, leucemia linfatica cronica e leucemia linfatica acuta. Non si conoscono le cause della leucemia ma gli esperti ritengono che alla base del male, come avviene per tutti gli altri tumori, vi siano fattori ambientali e fattori genetici costituzionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.