Cronaca

Napoli, poliziotti picchiano ragazzo indifeso – Video

poliziotti-aggressione-napoliSono veramente sconvolgenti le immagini riprese da una persona a Napoli. Adesso il video è finito in Rete ed è diventato virale. Il filmato ritrae il pestaggio subito da un ragazzo indifeso. Gli aguzzini non sono però persone comuni ma poliziotti. Le immagini mostrano i due agenti motociclisti della Questura di Napoli che malmenano in strada un ragazzo fermato probabilmente da poco tempo. La persona che ha ripreso il pestaggio si trovava dietro un cancello.

https://www.youtube.com/watch?v=1sTysixsDAE

Offese, calci e pugni

I poliziotti si fermano, scendono dalle loro moto e si avvicinano al giovane. Lo bloccano ed iniziano ad offenderlo. Poi le botte. Tutto ciò è stato immortalato ed ora è sui social network. I poliziotti avevano immobilizzato il giovane forse dopo un breve inseguimento. Tutto comunque è da appurare.

Un agente, senza dire nulla, si mette vicino al ragazzo indifeso e gli sferra uno schiaffone; il collega fa lo stesso e poi lo offende urlando in dialetto: ‘Adesso devi correre, adesso devi correre’. Il ragazzo invece dice: ‘Stavo lavorando, stavo lavorando, per favore’. ‘Ma quale favore, tu te ne sei scappato’, replica il poliziotto. ‘Stavo lavorando’, rimbecca il giovane fermato, che poi si becca uno sputo dall’agente.

Uno dei poliziotti inizia a rovistare in una bustina bianca tra le mani del ragazzo fermato, chiedendo al collega di chiamare una ‘pantera’. Un video a dir poco triste e inquietante. ‘Sto lavorando, per favore’, continua il giovane. L’agente afferma: ‘Non me ne importa, te ne sei andato e adesso sono problemi tuoi’.

Il questore di Napoli annuncia accertamenti rigorosi

Il video è diventato virale ed è finito tra le mani di Antonio De Iesu, questore di Napoli, che ha comunicato ‘rigorosi accertamenti ai fini della valutazione di pertinenti responsabilità disciplinari ed eventualmente anche di carattere penale’.

Il questore di Napoli ha poi ricordato che i protagonisti del filmato sono due poliziotti motociclisti i cui ‘comportamenti deontologicamente non corretti non possono offuscare la costante ed impegnativa attività di Polizia’. Quello che emerge dal video diventato virale è la crudeltà di due poliziotti verso un ragazzo. Ennesimo abuso di potere?

Quello avvenuto a Napoli recentemente non è il primo caso di violenza inaudita di appartenenti alle forze dell’ordine nei confronti di persone indifese. Cinque anni fa, a Milano, due poliziotti 24enni vennero condannati a oltre 3 anni di carcere per lesioni gravissime, falso e calunnia. La coppia di agenti prese a calci e pugni un 63enne sui Navigli. Al termine del rito abbreviato, il giudice condannò l’agente Federico Spallino a 3 anni e 10 mesi e il collega Davide Sunseri a 3 anni e 8 mesi.

Secondo l’accusa, i poliziotti in borghese incontrarono il pensionato Luigi Vittorino Morneghini in viale Gorizia. Era notte e l’anziano
era alticcio e fastidioso. Gli agenti erano fuori servizio e, dopo essersi avvicinati al pensionato, iniziarono ad aggredirlo. Il pm Tiziana Siciliano parlò di ‘un’aggressione barbara, per di più inspiegabile se proveniente da due appartenenti alle forze dell’ordine’.

Il signor Morneghini venne preso a calci anche dopo essere finito per terra. Poliziotti senza pietà. Il povero sessantenne riportò profonde ferite e fratture al volto, oltre a numerose ecchimosi su tutto il corpo. Gli agenti simularono un’aggressione subita dall’anziano, che venne addirittura denunciato.

One Response

  1. marella 10 aprile 2018

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.