Cronaca

Neonata di 5 giorni poteva morire per una passeggiata: ecco perché

Vicenza, neonata rischia morte per passeggiata al caldoQuando una semplice passeggiata può costarti la vita. Coi piccoli l’attenzione non è mai abbastanza. Molti genitori, però, specialmente quelli più giovani, non avendo molta esperienza, spesso mettono in pericolo l’incolumità dei propri figlioletti. Una neonata di soli 5 giorni, nei giorni scorsi, era stata messa nella carrozzina dai genitori e portata fuori per una passeggiata. Purtroppo la coppia aveva scelto il momento peggiore della giornata per il breve passeggio, ovvero quello più caldo. La temperatura aveva lambito i 35°C e quando la piccola era stata riportata a casa era calda, aveva la febbre altissima. I genitori, impauriti, l’avevano subito trasportata all’ospedale. I medici, dopo un esame preliminare, si erano subito resi conto che la piccola era stata vittima di un colpo di sole. Immediata la ventilazione e la reidratazione della neonata, dimessa dopo qualche giorno. E’ sconsigliato portare fuori i neonati e i bimbi piccoli durante le ore calde. Non è utile, anzi aggrava la situazione, porre teli sulla carrozzina. I bimbi devono uscire solo quando fa fresco. Parola degli esperti.

La pelle della neonata era caldissima

Un colpo di sole poteva uccidere una neonata di Vicenza, arrivata in ospedale, qualche giorno fa, in gravissime condizioni. I genitori, giovani e inesperti, non immaginavano che una semplice passeggiata sarebbe potuta costare cara alla figlioletta. La coppia camminava e guardava i negozi, senza rendersi conto che la piccola stava male per il gran caldo. La scoperta era stata fatta a casa, al rientro dalla passeggiata: la mamma, dopo aver preso la piccola in braccio, si era subito accorta che qualcosa non stava andando per il verso giusto. La neonata era confusa e la sua pelle era caldissima.

La mamma e il papà avevano chiamato subito la pediatra. Questa, dopo aver constatato che la bimba aveva 40 di febbre, aveva pensato a un’infezione, visto nei neonati una febbre del genere sopraggiunge generalmente per sepsi. Dopo il ricovero in ospedale, però, era stato accertato che la neonata era stata sferzata da un colpo di sole. Quel gran caldo poteva rivelarsi fatale per lei.

Bimbi devono restare a casa nelle ore più calde

‘E’ un colpo di calore’, aveva detto la dottoressa del Pronto soccorso pediatrico, dopo aver visitato la neonata vicentina. Dopo un breve periodo in terapia intensiva, la minorenne è potuta tornare a casa con i genitori, adesso coscienti del fatto che i bimbi, nelle ore più calde, devono restare a casa.

Grazie alla ventilazione e a un processo di reidratazione durato un paio di giorni, la neonata di Vicenza è stata posta fuori pericolo. Complimenti allo staff di sanitari!

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.