Neonata nel freezer, madre accusata di omicidio colposo

By | 3 maggio 2018

Migliarino, neonata nel freezer: madre accusata di omicidio colposoLa giustizia italiana ha preferito derubricare il reato contestato alla donna che lo scorso giugno aveva nascosto la figlioletta nel freezer di casa. La piccola era stata data alla luce nel settimo mese di gravidanza. Alla 40enne di Migliarino adesso la Procura di Ferrara contesta i reati di omicidio colposo e occultamento di cadavere. La colpa della donna, secondo gli inquirenti, sarebbe stata quella di non aver riferito a nessuno la sua gravidanza e aver nascosto il parto. Se non fosse stato così, la piccola si sarebbe potuta salvare.

Svenuta in casa?

La Procura di Ferrara ritiene che la neonata di Migliarino non sarebbe morta se fosse stata  portata subito all’ospedale. Invece no, la madre aveva pensato di chiuderla nel freezer dopo il parto. La 40enne  è già madre di altri 6 figli.

Gli investigatori hanno scoperto che la donna sarebbe svenuta in casa, battendo la testa. Proprio tale incidente avrebbe causato il parto prematuro. Secondo l’esame autoptico, la neonata respirava dopo la nascita ma al risveglio della mamma era morta. La 40enne, scossa e intimorita, aveva subito nascosto la piccola nel freezer. Il marito non sapeva nulla della gravidanza. Dopo 4 giorni, la signora si era fatta curare in ospedale.

L’accusa sostiene che alla base della tragedia c’è la sconsideratezza della donna che non solo aveva nascosto la gravidanza al marito e ai conoscenti ma non aveva confessato il travaglio incipiente.

Non sapeva di essere incinta

L’anno scorso la 40enne di Migliarino aveva detto di non essersi accorta di essere incinta. Adesso ci domandiamo: com’è possibile che una donna che ha partorito molte volte non riesca ad accorgersi di essere incinta? Il dubbio è sorto anche agli inquirenti, che continuano ad indagare sulla vicenda.

Forse la signora Mirka Rolfini non si è mai resa conto di essere in ‘dolce attesa’ per un medicinale. Questa la versione sostenuta dall’avvocato Gian Luigi Pieraccini, che difende la signora di Migliarino insieme alla collega Monica Guerzoni. Sembra che la 40enne assuma un farmaco che mantiene sempre attivo il mestruo, provocando dunque perdita di sangue anche in caso di gravidanza.

Un farmaco, dunque, potrebbe essere il motivo per cui la signora di Migliarino non si sarebbe mai accorta della gravidanza. Bisogna premettere anche che la donna ha un fisico robusto, tale da dissimulare lo stato interessante.

Certo, la donna non doveva restare sola nel momento del travaglio, non doveva nascondersi e continuare a nascondere la gravidanza. Tale comportamento è costato la vita a una bimba. Ora la 40enne dovrà vedersela con la giustizia.

Ai medici dell’ospedale di Ferrara, Mirka Rolfini aveva raccontato di essere svenuta in casa e di aver battuto la testa. I medici l’avevano sottoposta ad esami accurati, scoprendo che aveva abortito; nel suo addome inoltre erano state notate tracce di cordone ombelicale e placenta. Il personale sanitario aveva segnalato il caso alle forze dell’ordine che, immediatamente, avevano iniziato ad indagare sulla vicenda.

Gli investigatori, dopo due giorni di ricerche, non avevano trovato nulla. Era stata Mirka, nel frattempo trasferita nel reparto di Rianimazione, a confessare di aver occultato nel freezer il corpo della neonata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *