Neonato morto dopo il parto: ipotesi sepsi fulminante

By | 28 gennaio 2018

Forse il neonato di Trapani morto dopo 26 ore dalla nascita è stato colpito da sepsi fulminante. Il decesso è avvenuto presso il reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani. Lo ha comunicato l’Asp di Trapani. Eppure il piccolo, dopo la nascita, godeva di buona salute. I sanitari hanno detto che tutti i suoi parametri vitali, così come quelli della mamma, erano nella norma. Cos’è successo? Com’è possibile morire così, all’improvviso? Dopo qualche ora dalla nascita, i segnali infettivi erano aumentati e il neonatologo aveva subito avviato la terapia antibiotica che, purtroppo, non è bastata.

Eventuali responsabilità devono emergere presto

Il triste episodio avvenuto nel nosocomio di Trapani ha scosso anche Giovanni Bavetta, commissario dell’Asp di Trapani, che ha assicurato la designazione di una commissione interna per accertare possibili responsabilità dei sanitari o una tragica fatalità.

Ruggero Razza, assessore regionale alla Salute, ha affermato che bisogna assolutamente fare luce su quanto accaduto nelle ultime ore nell’ospedale siciliano: ‘Bene ha fatto l’Asp di Trapani ad avviare una commissione di indagine interna, sono necessarie da parte dell’assessorato azioni a garanzia della correttezza dei protocolli adottati o per contribuire a fare emergere le eventuali responsabilità’.

Cos’è la sepsi fulminante neonatale?

Il piccolo morto a Trapani è rimasto vittima, probabilmente, della sepsi neonatale, ovvero una terribile infezione, di solito batterica, che si presenta durante la fase neonatale.

Tra i sintomi della sepsi fulminante ricordiamo l’agitazione, la difficoltà respiratoria e la suzione poco energica. Una volta diagnosticata, la malattia è curata inizialmente con ampicillina integrata da gentamicina o cefotaxime.

E’ stato notato che la sepsi colpisce maggiormente i neonati che pesano poco alla nascita e quelli che hanno ottenuto un basso punteggio di Apgar.

I neonati hanno un sistema immunitario vulnerabile, quindi a rischio infezioni. Ogni anno muoiono circa 5 milioni di neonati. Nel 40% dei casi, i decessi sono dovuti alle infezioni. Queste rappresentano la principale causa di mortalità e morbilità nel primo mese di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...