“Non mi piace la cena”: lei lo uccide a coltellate

0
Pordenone, vittima abusi accoltella presunto orco

Una storia macabra e inquietante, che ha dell’incredibile e che ha portato la morte di un uomo. La sua colpa è stata quella di aver detto che non gustava la cena preparata dalla moglie. Lei, presa dall’ira, si è avvicinata al marito (criticone del cibo che aveva preparato) in piena notte e lo ha ammazzato con 35 coltellate.

Lui dice “Non mi piace la cena”: la morte

Il macabro omicidio è avvenuto in Russia. Protagonista dell’orrore una giovane, Evgenia Davydkin, che ha messo in atto la sua vendetta contro il marito nel cuore della notte. La donna, 31 anni è stata presa da un’ira funesta senza contare che di fronte a sè ci fosse la figlia di 4 anni.

“Non mi piace la cena. Erano tutti piatti insipidi: se tu mi amassi metteresti più sale nei cibi che cucini” lui l’aveva provocata così a fine pasto, davanti agli ospiti e con un tono ironico che tanto l’aveva infastidita. Così per il marito Slava Davydkin, pescatore 43 anni, finisce la sua vita.

Discussione a fine cena termina in tragedia

A fine cena, quando tutti erano via, si è accesa una forte discussione e preso dalla veemenza lui avrebbe colpito la moglie. Reduce dall’umiliazione la vendetta è stata attuata: la donna ha aspettato che l’uomo si mettesse a dormire e si è accanita su di lui con un coltello da pesca.

Evgenia Davydkin non si è nascosta, anzi ha dichiarato apertamente di essere la colpevole del crimine spiegando agli inquirenti il motivo per cui avesse deciso di compiere un tanto folle gesto. Per adesso comunque, la donna omicida è stata messa agli arresti domiciliari per continuare ad accudire la figlia.

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.