Offre sigaretta a un senzatetto e scopre che è suo fratello

By | 3 dicembre 2017

Una storia incredibile, accaduta veramente. Un veterano dell’esercito offre una sigaretta a un senzatetto e scopre che è suo fratello. Roy Aspinall aveva visto per l’ultima volta il fratello, Billy White, 30 anni fa. Billy era un neonato. Dopo tanti anni, grazie a una coincidenza, i due si sono riabbracciati. Dopo una giornata di lavoro, Roy aveva voluto scambiare qualche parola con il senzatetto. Aspinall, 36 anni e padre di 6 figli, ha rivelato che qualcosa, nei lineamenti del clochard, lo incuriosiva.

Incuriosito dai lineamenti del senzatetto

‘Ho camminato per raggiungere la fermata dell’autobus e, durante il tragitto, ho notato il senzatetto seduto su un muro di mattoni’, ha detto Roy.

Il 36enne era rimasto colpito dalla fisionomia di quel senzatetto e per questo si era fermato a parlare un po’ con lui. Billy aveva un sacco a pelo e una borsa, gli unici compagni di viaggio.

‘Sono andato oltre, gli ho offerto una sigaretta ed abbiamo iniziato a parlare del più e del meno’, ha affermato il 36enne inglese.

Roy non ha impiegato molto a scoprire che quello era il fratello che non vedeva più da 28 anni.

Roy si è messo a piangere

Il 36enne ha detto di essere scoppiato in lacrime dopo aver appreso che quel senzatetto era il fratello Billy. Adesso quest’ultimo ha abbandonato la strada: vive con Roy. I due fratelli stan pian piano recuperando tutto il tempo perso.

Roy e Billy sono figli di Lorena White. A causa di problemi familiari, Roy venne affidato alla zia; Billy invece visse con la madre fino a 10 anni. Poi venne affidato a una comunità per minori.

Billy vorrebbe che Roy incontrasse la madre

Billy ha detto che sua madre Lorena era una donna dolce ed affettuosa e vorrebbe che il fratello Roy la incontrasse. Se i due fratelli fossero rimasti nella stessa famiglia, le cose avrebbero certamente preso una piega diversa.

‘Vorrei incontrarla (la madre, ndr), non ho mai avuto questa opportunità’, ha dichiarato il veterano dell’Esercito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *