Omicidio Erika Preti, fidanzato indagato

By | 13 giugno 2017

Omicidio Erika Preti, Dimitri Fricano indagato per omicidio volontarioIl fidanzato di Erika Preti, 28enne di Biella uccisa lo scorso 12 giugno 2017 in Sardegna, con un coltello da cucina, è indagato. Eppure Dimitri Fricano si dice innocente e sottolinea che lui e la sua fidanzata erano stati aggrediti da alcuni rapinatori. Un altro caso di cronaca nera che presenta numerosi punti da chiarire. Erika e Dimitri, entrambi di Biella, erano ospiti di alcuni amici in una villa bilivello a San Teodoro. Ieri, verso mezzogiorno, alcune persone avevano chiamato le forze dell’ordine dopo aver sentito alcune urla provenire da quella villetta. Non appena arrivati, i carabinieri hanno scoperto il cadavere della ragazza di Biella, una giovane che voleva trascorrere una settimana di relax in Sardegna col fidanzato e gli amici.

Dimitri Fricano si dice innocente

Quando i carabinieri di Siniscola sono arrivati nella villetta, a San Teodoro, hanno trovato il corpo di Erika Preti per terra e il fidanzato, sconvolto, con alcune ferite sul corpo. Questo ha raccontato agli investigatori di essere stato colpito all’occhio da alcuni rapinatori. Ha un ematoma, effettivamente, vicino all’occhio. La ricostruzione di Fricano, però, non persuade i carabinieri che, in queste ore, stanno svolgendo tutti gli accertamenti necessari per ricostruire l’esatta dinamica della tragedia. In poche parole, i militari vogliono scoprire chi sia l’autore dell’omicidio di Erika Preti, una solare ragazza biellese arrivata in Sardegna per trascorrere una vacanza.

loading...

Erika Preti era già morta quando i carabinieri si erano presentati nella villa bilivello di San Teodoro. A stroncarla sarebbero stati alcuni fendenti al collo. Le ferite sarebbero state provocate da un coltello da cucina. Dimitri Fricano, invece, è stato condotto all’ospedale di Olbia per la medicazione delle ferite. Da ieri l’uomo è indagato per omicidio volontario. Ovviamente si tratta di una formalità in attesa che gli ulteriori accertamenti permettano di chiarire la vicenda. Il fidanzato di Erika continua a proclamarsi innocente, ribadendo la sua versione: lui e la sua fidanzata sarebbero stati aggrediti da alcuni malviventi. Sarà vero? Il compito degli inquirenti è scoprire se le parole di Fricano corrispondono a verità.

Disposta l’autopsia sul cadavere di Erika

Doveva essere una settimana di relax per Erika e Dimitri. Ieri la coppia, assieme agli amici, si sarebbero dovuti recare, con un gommone in affitto, all’isola della Tavolara. Poco prima dell’omicidio, avevano portato gli zaini, i costumi e i panini in macchina. Era tutto pronto per trascorrere una splendida giornata.

Interrogati dai militari anche gli amici di Erika e Dimitri. Questi, a quanto pare, non avevano mai fatto intendere che tra loro vi fossero attriti. Preti e Fricano erano fidanzati da circa 10 anni. Si conoscevano, dunque, molto bene.I carabinieri hanno ritrovato anche l’arma con cui è stato commesso l’omicidio, ovvero un coltello per tagliare il pane. Nessuna pista è esclusa, nemmeno quella dell’omicidio durante un violento litigio tra fidanzati. Si attende l’esito dell’esame autoptico che, senza dubbio, permetterà di ‘rischiarare’ la vicenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *