Cronaca

Ospedale di Lodi si piega all’Islam: solo personale femminile in corsia

Solo personale femminile nelle corsie dell'ospedale di LodiL’Islam si rafforza e penetra l’Italia, con buona pace di tutti gli ostili all’integrazione. L’ospedale di Lodi ha deciso di vietare le membrane suine per le protesi e prevedere solo personale femminile in corsia, dove sono ricoverate pazienti musulmane. Novità annunciate sui social anche dalla leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, che ha evidenziato il suo sconcerto.

Protocollo stilato insieme alla comunità musulmana

‘E’ delirante il contenuto di un protocollo adottato dall’ospedale di Lodi. A nome di Fratelli d’Italia presenterò oggi stesso, insieme a tutti i nostri parlamentari eletti in Lombardia, un’interrogazione urgente per bloccare questa follia. La sharia non sarà mai legge in Italia!’, ha scritto Giorgia Meloni su Facebook.

Le donne musulmane sono state accontentate dall’ospedale di Lodi che, secondo quanto hanno riportato diversi tabloid, ha siglato un protocollo stilato insieme alla comunità islamica presso la moschea di via Lodi Vecchio.

Finora in nessun nosocomio italiano è stata introdotta una disciplina del genere. In tutto il Paese è in vigore un regolamento che certamente non contempla solo personale femminile in corsia. A Lodi, invece, si cambia, si va incontro alla comunità musulmana.

Materiali diversi per le protesi

Il primario del reparto di Chirurgia plastica dell’ospedale di Lodi, Daniele Blandini, ha detto: ‘Abbiamo steso un protocollo per la ricostruzione mammaria alle pazienti di religione islamica. L’esigenza nasce dal fatto che le tecniche ricostruttive più moderne prevedono talvolta, dopo l’asportazione del tumore, l’uso di materiali biologici di provenienza suina; in particolare si utilizza il derma porcino per la membrana che ha la funzione di ricoprire il muscolo e la protesi e che consente la ricostruzione immediata della mammella…’.

Il dottor Blandini ha specificato che lui e i suoi colleghi si sono messi alla ricerca di aziende che forniscono materiali diversi per soddisfare le esigenze delle donne musulmane: ‘Ne abbiamo trovata una italiana che utilizza con la stessa funzione il pericardio del cavallo. Il materiale deve essere forzatamente di origine animale perché deve integrarsi con la pelle della donna’.

La rabbia di Giorgia Meloni

La scelta fatta dal nosocomio di Lodi è stato criticato aspramente dalla Meloni, secondo cui solo in Italia si vedono certe ‘oscenità’ e vengono favoriti i musulmani. ‘Sei in Italia? Bene, allora rispetti le regole e se l’infermiere uomo non ti garba esci e sparisci altrove. Basta, non se ne può più!!!!!!’, ha tuonato la leader di Fratelli d’Italia su Facebook.

La comunità musulmana a Lodi continua a far discutere. Nella cittadina lombarda non c’è una perfetta integrazione tra italiani e islamici e l’ospedale locale cerca di rendere meno problematica la vita dei musulmani. Come? Prevedendo solo personale femminile in corsia.

L’open day di tre anni fa a piazza della Vittoria

Tre anni fa, a Lodi, aveva sollevato polemiche l’open day dei musulmani in piazza della Vittoria, evento organizzato dai Giovani Musulmani Italiani. Tanti uomini e donne col velo avevano sfilato nella famosa piazza lodigiana per far comprendere a tutti che indossare il velo è assolutamente normale, quindi non coercitivo. L’evento aveva fatto infuriare Lega Nord, Fratelli d’Italia e Destra Laudense.

Il musulmano Alorabi El Sayed aveva detto: ‘Vogliamo solo dimostrare che l’Islam non è una religione di estremismo. La piazza è stata scelta perché è il miglior luogo di passaggio’.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.