Palermo, incidente mortale in moto: morti moglie e marito

By | 6 novembre 2017

Palermo, marito e moglie morti in incidente stradaleIncidente stradale mortale a Palermo. Francesco Paolo Filippone, 25 anni, e la moglie Maria Messina, 26 anni, sono morti sul colpo sulla strada provinciale 5351, grazie alla quale si arriva a Bellolampo. La moto su cui viaggiava la coppia è improvvisamente uscita fuori strada. Per Francesco Paolo e Maria non c’è stato nulla da fare. Sul posto sono arrivati immediatamente gli agenti della Polizia municipale. Secondo le ultime informazioni, l’incidente è avvenuto nei pressi della discarica. I due ventenni sarebbero finiti in un burrone con la loro moto e, nonostante il tempestivo intervento dei vigili del fuoco e del personale sanitario, non sono riusciti a salvarsi. Dopo il tremendo incidente è stata chiusa la strada per consentire ai soccorritori di rimuovere le salme dei centauri. Le forze dell’ordine hanno avviato le indagini per ricostruire la dinamica dell’incidente. Con quelle di Francesco Paolo e Maria sono 21 le morti sulla strada, a Palermo, nel 2017. Qualche giorno fa, sempre nel capoluogo siciliano, l’81enne Giuseppe Tosini era stato investito e ucciso in viale Croce Rossa da una Fiat Panda verde. La botta è stata molto violenta e non ha lasciato scampo al povero Giuseppe, che stava attraversando la strada.

I recenti incidenti a Palermo

Tanti decessi sulle strade siciliane, troppi incidenti in moto e in auto a Palermo. E il numero delle vittime sale. Attualmente non si conosce il motivo per cui la moto su viaggiano Francesco Paolo e Maria è uscita di strada, finendo poi in un dirupo.

Lo scorso 31 ottobre, sempre a Palermo, aveva perso la vita Epifania Pizzuto, 88 anni. Anche lei attraversava la strada ed era stata travolta da una macchina, una Mercedes guidata da un vicino di casa. L’anziana era stata trasportata subito all’ospedale Civico, dove poco dopo è spirata.

Palermo: strade pericolose

Tra le strade italiane più insidiose ci sono certamente quelle di Palermo, dove l’anno scorso si sono registrati ben 2.256 incidenti stradali con persone ferite. Tali scontri hanno causato 25 vittime.

Se si confrontano i dati dell’anno scorso, relativi agli incidenti stradali a Palermo, con quelli dell’anno prima, si scopre che nel capoluogo siciliano è aumentato notevolmente il numero dei sinistri stradali, specialmente quelli mortali.

L’ufficio di Statistica del Comune ha stilato un dossier sull’esame degli incidenti stradali avvenuti l’anno scorso a Palermo.

‘Dall’analisi dei dati emerge un aumento rispetto al 2015 degli incidenti stradali (+7,2%), dei feriti (+12,5%) e soprattutto dei decessi, passati da 18 a 25, +38,9%. Lo scorso anno si era invece registrata una diminuzione dei decessi del 25%. I dati mettono in luce un andamento meno favorevole rispetto alla media nazionale, che ha registrato un leggero incremento degli incidenti (+0,7%) e dei feriti (+0,9%), mentre i decessi sono diminuiti (-4,2%)’, ha detto Girolamo D’Anneo, coordinatore Studi e Ricerche Statistiche del Comune di Palermo.

Riportiamo uno stralcio del fascicolo del Comune: ‘Nel 2016 nella maggior parte delle grandi città italiane il tasso di incidentalità ha fatto registrare una tendenza al rialzo, e che gli incrementi maggiori si sono registrati a Messina (+10,1%) e a Palermo (+7,6%). Sempre nel 2016, a Palermo si sono registrati 465,2 feriti ogni 100 mila abitanti, anche in questo caso valore più elevato della media nazionale (411) ma più basso della maggior parte delle città italiane. Le città con il maggior numero di feriti per 100mila abitanti sono Milano, con un tasso quasi doppio rispetto a Palermo (882,7), Genova (877,8) e Firenze (831,8). Palermo è la città in cui nel 2016 è maggiormente aumentato il numero di feriti ogni 100 mila abitanti (+12,9%), mentre Trieste è la città in cui si è registrata la diminuzione più forte (-9%)…’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.