Cronaca

Panico ad Avignone, spari davanti alla moschea: bimba ferita

Avignone, sparatoria davanti alla moschea: feritiTorna la paura in Francia. Ieri sera, alle 22.30, due uomini (uno con un fucile e l’altro con una pistola) sono scesi da un’auto, ad Avignone, ed hanno iniziato a sparare contro le persone che uscivano da una moschea. Molti hanno subito pensato all’attacco terroristico ma, per ora, la Procura esclude la pista terroristica e pensa al regolamento di conti. I feriti sono stati subito condotti in ospedale, tra cui una bimba. Secondo gli investigatori, le persone raggiunte dagli spari non erano l’obiettivo degli uomini armati. Dalle ultime informazioni, si evince che sono rimaste ferite otto persone nella sparatoria ad Avignone, nel sud della Francia, tra cui una bimba di sette anni.

Panico tra i fedeli: tutti in fuga

Due uomini armati, a bordo di una Renault Clio, si sono avvicinati, ieri sera, alla moschea di Arrahma, e poi hanno iniziato a sparare contro i fedeli che uscivano dal luogo sacro. La Polizia ha parlato di un fuggi fuggi generale in quei momenti. Spari e panico, tanto panico, tra i musulmani. A riportare ferite anche una bambina. I poliziotti francesi hanno iniziato a ricercare gli autori della sparatoria. Secondo alcuni testimoni, in quella Renault Clio c’erano quattro persone. L’ufficio del Procuratore ha diffuso un comunicato con cui ha escluso l’attacco terroristico. Dalle informazioni frammentarie arrivate alle forze dell’ordine, sembra che la moschea non fosse l’obiettivo di quegli uomini. Sarebbe un caso, dunque, che la sparatoria è avvenuta davanti all’edificio di culto. Non ci sarebbe, dunque, nessun collegamento tra sparatoria e terrorismo. Certo, l’evento non può non far pensare all’attacco avvenuto un paio di settimane fa davanti alla moschea di Finsbury Park, che è costato la vita a una persona ed ha provocato nove feriti.

L’episodio dinanzi alla moschea di Creteil

Qualche giorno fa, nei pressi della moschea di Creteil, poco distante da Parigi, un uomo ha cercato di investire i fedeli. Il 43enne, schizofrenico di origini armene, non ha fortunatamente causato feriti e vittime, schiantandosi col suo fuoristrada contro un’isola di traffico e diversi pilastri. Un insider ha rivelato che il quarantenne, quando era stato fermato, aveva parlato degli attacchi jihadisti in Francia, che dal 2015 ad oggi hanno provocato 239 vittime. Diversi funzionari musulmani hanno definito ‘attacco terroristico’ il gesto dell’armeno chiedendo alle autorità maggiore protezione dei luoghi di culto.

Una persona che ha assistito alla sparatoria di Avignone delle ultime ore ha rivelato che molti fedeli, appena usciti dalla moschea, si erano messi a correre dopo aver notato quei due uomini armati in procinto di fare fuoco: ‘Erano a bordo di una Renault Clio nera. Due di loro, quelli seduti dietro, sono usciti ed hanno iniziato a sparare a tutti’.  Il giudice Laure Chabaud ha detto che l’episodio potrebbe essere collegato a una controversia tra giovani, non dunque al terrorismo. AFP ha reso noto che sulla vicenda è già stata aperta un’inchiesta. L’allerta resta massima a Parigi e in tutta la Francia, dopo gli attacchi terroristici degli ultimi anni, che hanno mietuto molte vittime.

Secondo i rapporti della Polizia, gli autori della sparatoria di Avignone sono fuggiti. L’evento si è registrato proprio quando il Governo francese si sta preparando ed estendere lo stato di emergenza, proclamato nel 2015 dopo i cruenti attacchi terroristici. La paura è ancora tanta in Francia.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.