Panico sulle montagne russe per scontro tra treni: 33 feriti

By | 17 luglio 2017

Madrid, treni montagne russe si scontrano: feritiDue trenini dell’attrazione ‘Tren della Mina’, presso il Parque de Atracciones di Madrid si sono scontrati per cause da accertare. Il bilancio parla di 33 feriti, di cui 27 condotti subito in ospedale. Fortunatamente, nessuno è in gravi condizioni. Tra i feriti ci sarebbero anche 6 bimbi under 10. La notizia è stata diffusa dai servizi di sicurezza. Poteva accadere una tragedia nel parco divertimenti di Madrid e, invece, tutto è andato per il meglio. Ignote, attualmente le cause dell’incidente. I gestori della giostra hanno assicurato che le montagne russe vengono monitorate ogni giorno. L’ultimo controllo era stato effettuato proprio ieri mattina. I servizi di emergenza hanno subito assicurato che l’episodio non ha provocato gravi feriti. Le persone coinvolte nell’incidente avrebbero riportato solo qualche contusione sul corpo. La Polizia spagnola sta svolgendo le indagini per scoprire il motivo della collisione. Il Parque de Atracciones di Madrid calamita turisti di tutto il mondo perché annovera molte ed entusiasmanti giostre. Sulla vicenda indaga anche il personale del parco divertimenti.

Montagne russe alte 17,5 metri

Un portavoce della Polizia ha dichiarato nelle ultime ore, ai microfoni dell’agenzia di stampa AFP, che i feriti sono stati subito condotti in ospedale per essere controllati dal personale sanitario. Secondo le ultime informazioni, le persone sui due trenini avrebbero riportato colpi di frusta, lievi ferite, bruciature ed ecchimosi. Nessuno, comunque, è in gravi condizioni o rischia la vita. Dai primi accertamenti è emerso che uno dei treni aveva terminato la sua corsa ma non era riuscito a fermarsi, urtando così l’altro trenino. Jordi Hernandez stava attendendo il suo turno, davanti all’attrazione, ed ha assistito alla scena. Ha rivelato a Europa Press Television che quel piccolo convoglio sembrava bloccato. Gli addetti del parco divertimenti non riuscivano a spingerlo avanti. I video pubblicati nelle ultime ore sui social network mostrano i due trenini coinvolti nell’incidente coperti con alcuni teli.

Il sito web del parco divertimenti di Madrid sottolinea che le montagne russe raggiungono un’altezza di 17,5 metri e solcano le cascate a una velocità di 55 km/h. Tanta gente, specialmente in estate, visita il Parque de Atracciones, ovvero il più grande e antico luna park di Madrid. Venne inaugurato nel 1969.

Sono veramente sicure le montagne russe?

Le montagne russe rappresentano certamente una delle attrazioni più gettonate nei parchi divertimenti. Molti non riescono proprio a rinunciare al brivido, a una scarica di adrenalina. Ma tali attrazioni sono sicure? Qual è il grado di sicurezza di montagne russe e giostre simili? Per cercare di fare chiarezza in merito bisogna leggere le statistiche. Negli Usa e in altre nazioni del mondo si sono registrati molti incidenti, anche letali, sulle montagne russe ed altre giostre. Nel parco divertimenti italiano Mirabilandia, ad esempio, 10 anni fa un ragazzo marocchino perse la vita mentre tentava di recuperare il suo cappellino. Venne colpito in testa dalla giostra ‘Katun’. O meglio, a colpirlo furono le gambe di una ragazza sulla giostra. Il marocchino morì sul colpo; la ragazza, invece, riportò la frattura di entrambe le gambe.

Un altro incidente in un parco divertimento spagnolo. Stavolta, per fortuna, non ci sono state vittime. Un anno fa, invece, un 18enne aveva perso la vita nel parco divertimenti ‘Terra Mitica’. Il ragazzo, di origini islandesi, era caduto dall’ottovolante, da un’altezza rilevante, perché improvvisamente si era sganciata la barra di protezione del sedile. Per lui non c’era stato nulla da fare.

Davanti ad episodi del genere viene da domandarsi se le montagne russe sono veramente sicure. A rispondere a tale domanda è stata recentemente l’International Association of Amusement Parks and Attractions, secondo cui morire su un rollecoaster è raro. La probabilità di morire su tale attrazione è pari a 1 su 24 milioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.