Cronaca

Paolo Limiti è morto, presentatore tv e paroliere ucciso dal cancro

Paolo Limiti stroncato da un tumore a Milano: aveva 77 anniUn pezzo del mondo dello spettacolo se ne va. Nelle ultime ore è morto Paolo Limiti, noto presentatore televisivo e paroliere. Il 77enne era affetto da un grave tumore da diversi mesi, un male che lo ha logorato a lungo e che, alla fine, lo ha sconfitto. Paolo nacque a Milano nel 1940 e iniziò presto a muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo. Tutti lo ricorderanno come talentuoso conduttore televisivo e produttore ma non bisogna dimenticare la sua grande attività come paroliere. Scrisse testi anche per ‘monumenti’ della musica italiana come Mina. Con Paolo Limiti se ne va un altro ‘pilastro’ della televisione italiana, un mondo cambiato molto negli ultimi anni.

Autore di ‘Rischiatutto’

L’autore di ‘Rischiatutto’, noto programma condotto da Mike Bongiorno ha vissuto gli ultimi mesi lottando contro il Male, che alla fine lo ha sconfitto. I più anziani ricorderanno Paolo Limiti per i suoi programmi televisivi, i ragazzi, invece, per il suo rapporto con la bionda e sensuale Justine Mattera, che sposò nel 2000. Il matrimonio, però, durò solo un paio d’anni. In queste ore, colleghi e amici di Limiti stanno pubblicando sui social i loro messaggi di cordoglio. Mara Venier, cara amica e collega del 77enne, ha scritto: ‘Ciao Paolo… quanto bene ci siamo voluti… quanto mi mancherai RIP #paololimiti’.

Vittima del nepotismo italiano

Il cancro ha fatto la sua ennesima e illustre vittima. Paolo Limiti era una persona solare, che amava e si faceva amara da tutti, parenti, amici e colleghi. Il 77enne si è spento nelle ultime ore gettando nello sconforto tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo, e non solo. Negli ultimi anni, Paolo non aveva più presentato trasmissioni. La sua assenza dal piccolo schermo aveva incuriosito. L’anno scorso, il diretto interessato aveva spiegato il motivo per cui non conduceva più programmi, puntando l’indice verso il nepotismo straripante in Italia, in qualsiasi ambito: ‘I raccomandati c’erano anche in passato, ma in misura minore. Oggi la proporzione si è allargata. A me sembra che in questo periodo si senta un po’ troppo il peso di nonni, cugini, parenti, e amanti di chicchessia’. Paolo Limiti, insomma, sarebbe stato l’ennesima vittima italian della carenza di meritocrazia.

Il primo ad annunciare la triste notizia del decesso di Limiti è stato il compagno di Mara Venier, Nicola Carraro, che con il 77enne aveva condotto l’edizione 2004/2005 di ‘Domenica In’. Non poteva mancare un triste messaggio, sui social, dell’ex moglie di Paolo, Justine Mattera, che ha scritto: ‘Sembra ieri. A te che mi hai creato una carriera. Love you’.

Limiti era figlio di un operaio della Pirelli e di una donna siciliana. Amava scrivere canzoni ed entrò in Rai grazie a Luciano Rispoli, che si dimostrò senza dubbio visionario. Anche Rispoli, altro ‘gigante’ del mondo dello spettacolo,  è morto recentemente. Le ultime apparizioni in tv di Paolo Limiti risalgono al 2012 con ‘E state in tv con noi’, su Rai Uno,  e una rubrica all’interno di una trasmissione condotta da Cristina Parodi su La7. Il cancro ha ucciso Paolo Limiti. Un male impietoso che il presentatore aveva scoperto l’anno scorso, quando era in vacanza ad Alassio.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.