News

Papa Francesco riconosce l’esorcismo come pratica ufficiale

Papa Francesco: si all’esorcismo nel diritto canonico

papa francesco
Papa Francesco ha dato il suo ufficiale consenso alla pratica dell’esorcismo, riconoscendo la figura dell’esorcista ai sensi del diritto canonico.
L’associazione Internazionale degli esorcisti, un gruppo composto da 250 sacerdoti autorizzati ad eseguire gli esorcismi in 30 paesi del mondo nei casi di possessione demoniaca verificati dal Vaticano, ha ricevuto l’approvazione del proprio statuto da parte della Congregazione vaticana per il clero, stando a quanto riportato dall’Osservatorio Vaticano.

Il Reverendo Francesco Bamonte è felice che l’esorcismo sia stato giuridicamente riconosciuto ed ha così commentato questa ennesima piccola rivoluzione introdotta da Papa Francesco:
“Per me è una gioia, l’esorcismo è una forma di carità che viene in aiuto di tutti coloro che soffrono.”

Papa Francesco, più di ogni altro suo predecessore, si è sempre dichiarato aperto ad accettare la personificazione di Satana, ritenendo che il maligno possa agire sugli uomini anche in prima persona mediante la possessione.
L’anno scorso, il papa argentino era stato immortalato in una foto con le mani sulla testa di un giovane paraplegico, mentre recitava una preghiera. A seguito di questa, il ragazzo si era improvvisamente accasciato ed aveva iniziato ad espirare veementemente.
Secondo il quotidiano Repubblica si sarebbe trattato di un esorcismo compiuto dalla massima autorità vaticana, che però tramite i suoi portavoce aveva minimizzato l’incidente affermando che si era trattato di una normale preghiera.

All’inizio del 2014 il clero aveva manifestato una certa preoccupazione a riguardo di un incremento delle richieste di esorcismo pervenute al Vaticano da parte dei cattolici di tutto il mondo. Secondo il reverendo Bamonte, i casi di possessione demoniaca sarebbero in aumento a causa delle adesioni della gente alle pratiche di occultismo. Un esubero del lavoro che i pochi esorcisti autorizzati dalla chiesa ad eseguire l’antico rituale non erano in grado di sostenere. Per questo motivo, dalla Spagna e dall’Italia furono ordinati 18 nuovi esorcisti, in modo da sveltire i tempi burocratici che spesso passano tra l’invocazione di aiuto del “posseduto” o presunto tale e l’intervento del sacerdote.
Di tutti i molteplici casi sottoposti all’attenzione del clero solamente una minima parte viene riconosciuta di natura demoniaca e ottiene l’autorizzazione a ricevere l’esorcismo. La tendenza della chiesa – almeno fino a poco prima dell’avvento di Papa Francesco – è sempre stata quella di andare coi piedi di piombo in materia.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.