Parcheggia Ferrari nel posto per disabili e picchia padre di un invalido

By | 18 settembre 2017

Milano, Ferrari blu parcheggiata nel posto per disabili: padre invalido aggreditoDopo l’episodio nauseante del cartello offensivo apposto da un automobilista nel parcheggio del centro commerciale di Carugate, ne arriva uno simile sempre dalla Lombardia. Il proprietario di una potente Ferrari blu aveva posteggiato a cavallo di due parcheggi riservati ai disabili, in via Montenapoleone. Il padre di un disabile gli aveva chiesto se poteva spostare la sua fuoriserie per permettergli di far uscire suo figlio. Il titolare della Ferrari, un 59enne di Lugano (Svizzera), si è adirato, iniziando ad insultare il padre dell’invalido, che sarebbe stato anche spintonato. La scena è accaduta sabato scorso, davanti a tante persone e al disabile, rimasto in auto. Un episodio che dimostra lo scarso rispetto, da parte di molte persone, degli invalidi. Il padre del ragazzo invalido, è rimasto sbigottito. Non si sarebbe mai aspettato una reazione del genere da parte di una persona che, per giunta, aveva posteggiato la sua vettura in un parcheggio per disabili. Il ferrarista, insomma, era in torto ma si era adirato verso una persona che aveva ragione.

Ferrarista dileguato all’arrivo delle forze dell’ordine

I passanti, davanti a quella scena, hanno subito chiamato i carabinieri. Quando i militari sono arrivati, il proprietario della Ferrari si era già dileguato. Qualcuno, però, si era annotato la targa del bolide. Gli investigatori hanno scoperto che quel veicolo appartiene a un 59enne che vive in Svizzera con precedenti per minacce, percosse, lesioni e oltraggio a pubblico ufficiale. Sarebbe anche invischiato nell’affaire Panama Papers, ovvero lo scandalo dell’ingente quantità di denaro (appartenente a numerosi personaggi famosi) trasferita nei paradisi fiscali.

Oltre ad aver violato la legge, il 59enne di Lugano si è anche arrabbiato. Un atteggiamento che testimonia inciviltà e scarso rispetto del prossimo, o meglio dei disabili. Quell’uomo, proprietario della Ferrari, non solo pretendeva di avere ragione ma aveva anche aggredito verbalmente e fisicamente il papà di un ragazzo invalido, tra l’altro rimasto scioccato.

Denuncia deve essere ancora formalizzata

La vicenda avvenuta sabato scorso che l’episodio del cartello di Carugate non ha incrementato il senso civico di certi soggetti, come il 59enne elvetico. Il padre del disabile ha rivelato agli investigatori che quell’uomo non solo lo aveva offeso ma lo aveva assalito. Tutto ciò sotto gli occhi del figlio invalido che attendeva di uscire dalla macchina. Il giovane necessita di una carrozzina per muoversi.

Le forze dell’ordine dovranno scoprire, adesso, se alla guida della Ferrari vi fosse il soggetto invischiato nello scandalo Panama Papers. Ulteriori indagini, però, potranno essere svolte solo dopo la denuncia da parte del padre del disabile, che ancora non sarebbe stata formalizzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *