Paris Hilton russa sfida Putin alle prossime presidenziali

By | 19 ottobre 2017

Putin sfidato dalla Paris Hilton russa Ksenia SobchatIn Russia, il prossimo anno, si voterà per eleggere il presidente. Vladimir Putin, ovviamente, è il favorito. Lo ‘zar’ Vladimir sa bene di avere la vittoria in mano, anche se deve fare attenzione ai giovani e ai loro sostenitori. La Paris Hilton russa, Ksenia Sobchak, ha annunciato di scendere in campo in occasione delle prossime presidenziali russe. Ksenia cerca il colpaccio, sapendo di poter contare su un vasto numero di elettori. La Paris Hilton russa è un personaggio celebre della televisione russa. ‘Come tutti i cittadini russi, ho il diritto di presentarmi alle presidenziali. Ho deciso di utilizzare questo diritto, quantomeno perché sono contro tutti coloro che utilizzano questo diritto abitualmente’, ha detto la Sobchak in un filmato pubblicato sul sito web della sua campagna elettorale. La figlia dell’ex sindaco di San Pietroburgo Anatoly Sobchak ha iniziato a militare nell’opposizione russa dal 2011. La giovane potrebbe incassare tanti voti alle prossime presidenziali russe perché gode di una grossa popolarità in Russia, essendo anche direttrice della versione russa di L’Officiel, famosa rivista di moda.

Le servono 300.000 firme

“Voi non avete candidati? Votate Sobchak. Non la sceglierete come presidente, otterrete il diritto legale e pacifico di dire ‘ora basta! Ne abbiamo abbastanza!'”, ha detto Ksenia, che per gareggiare con Putin dovrà prima raccogliere 300.000 firme. La legge russa infatti prevede che ogni candidato raccogliere almeno 300.000 firme per ottenere l’ok della Commissione elettorale russa. Vladimir deve allarmarsi? Una socialite potrebbe cacciarlo dal Cremlino. Ora come ora tale eventualità sembra un’utopia ma non bisogna mai escludere nulla in questo mondo.

Putin è sicuro di restare al Cremlino ma apprezza il tentativo della Sobchak di ‘soffiargli’ il posto. La Paris Hilton russa è una donna dinamica e coraggiosa, così audace da sfidare un uomo potente come Vladimir Putin. Il Cremlino ha accolto favorevolmente la sua candidatura, sottolineando che è pienamente costituzionale. La giovane, in linea di principio, potrebbe battere Putin alle presidenziali di marzo.

Alexei Navalny sostenuto dalla Sobcak

La Sobchak ha asserito che avrebbe voluto sostenere Alexei Navalny, uomo all’opposizione, ma non può farlo perché, stranamente, è stato arrestato. La colpa di Alexei è quella di essere membro di un’organizzazione che protesta spesso contro l’attuale presidente russo.

La Paris Hilton russa ha precisato che, se Alexei Navalny tornasse in condizione di candidarsi alle presidenziali russe, lei si metterebbe da parte facendo concorrere lui.

Erano 14 anni che una donna non si candidava per le elezioni presidenziali. In una lettera pubblicata su un tabloid russo, la Sobchak ha scritto: ‘Sono contro la rivoluzione ma mi ritengo una buona intermediaria ed organizzatrice’.

Il prossimo 7 dicembre 2017 partirà la campagna elettorale in Russia. I vari partiti politici dovranno organizzare congressi per designare i loro candidati.

Un comune cittadino, non appoggiato da nessun partito, in Russia, può ugualmente aspirare a diventare presidente russo. L’importante è raccogliere almeno 300.000 firme. Tutte queste firme autorizzano alla candidatura come indipendente.

Il presidente Putin, in carica dal 2000, non ha ancora affermato se gareggerà nuovamente in occasione delle prossime presidenziali. Il suo, per i più, è un silenzio assenso.

Riuscirà la Paris Hilton russa ad espugnare il Cremlino?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *