News

Pd, Bersani invita Renzi alla riflessione sulla disfatta alle amministrative

La disfatta del Pd alle recenti elezioni amministrative è evidente. Lo ha ammesso anche lo stesso premier Renzi, che ora deve riflettere. Un invito alla riflessione è arrivato al segretario dem anche dall’ex segretario Pierluigi Bersani, che nel corso di un’ospitata ad Agorà, programma su Rai 3, ha detto:

Renzi deve avere l’umiltà di riflettere. Abbiamo perso perché abbiamo perso contatto con la realtà. Non è quella che si sta raccontando, che Renzi sta raccontando… Ci sono troppi applausi in giro e poi ci si sveglia il mattino e ci si accorge che la realtà è diversa, che noi appariamo troppi quelli dell’establishment”.

Nel corso del suo intervento ad Agorà, Bersani ha anche ricordato che Renzi, essendo contemporaneamente segretario del Pd e premier, usa troppo il partito per le attività governative. Non va così, o meglio il Pd deve avere una sua autonomia. I ruoli di premier e segretario andrebbero distinti e, quindi non dovrebbero essere ricoperti dalla stessa persona? Bersani ha detto al riguardo:

Fu Renzi a segnalare, col mio consenso, che il premier poteva essere diverso dal segretario. E’ una cosa ragionevole. Ma è solo una premessa per lavorare. Un partito vive di politica prima di tutto. Per recuperare una presenza sul territorio e una militanza dobbiamo dare voce ai temi sociali.

Deluso per l’esito delle amministrative anche l’ormai ex sindaco di Torino, Piero Fassino, che ha perso la sfida con la grillina Chiara Appendino:

“I risultati di questo voto richiedono una riflessione di carattere nazionale, di tutto il partito… Cosa consiglio a Renzi? Di sicuro non di ridurre la forte tensione all’innovazione che lo spinge; però ci vuole anche una maggiore attenzione a quella sofferenza sociale che nella società c’è”.

Per Fassino si potrebbe sperimentare il modello tedesco, ovvero il partito gestito dal braccio destro del segretario, anche se tale formula non è quella che risolve tutti i problemi. Molti dem, soprattutto quelli della minoranza, chiedono a gran voce le dimissioni di Renzi, o quantomeno che lasci il doppio incarico, assegnando a un’altra persona il ruolo di segretario del Pd.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.