Pedaggio autostradale non pagato mille volte, nove mesi di reclusione

By | 3 dicembre 2017

Pensava di farla franca un automobilista campano che, ogni giorno, a bordo della sua Mercedes, usava la tangenziale di Napoli. Il furbetto, come tanti altri, pensava che potesse violare impunemente la legge senza che nessuno se ne accorgesse. G. T., residente a Napoli, non ha pagato il pedaggio stradale tantissime volte: mille per l’esattezza. L’uomo pensava che quella strada fosse messa a disposizione di tutti, fosse dovuta, fosse gratuita. Non è così. Bisogna pagare per usufruire della tangenziale partenopea.

Usava il servizio Telepass per non pagare il pedaggio

Come ha fatto il signor G. T. a non pagare il pedaggio autostradale mille volte? Beh, quando si avvicinava alla barriera autostradale, usava le corsie riservate al servizio automatico Telepass.

Il problema è che il napoletano non aveva l’apparecchio che consente di sfruttare le piste riservate ai clienti Telepass. Solitamente tali corsie sono dotate di barriere, ma sulla tangenziale di Napoli non ci sono e l’automobilista truffaldino ha sfruttato tale circostanza tante volte.

Ad immortalare le mille infrazioni dell’automobilista campano sono state le telecamere di sorveglianza poste nei pressi della barriera della tangenziale.

Dovrà rimborsare tutto

Grazie allo stratagemma delle corsie Telepass, il truffaldino ha sfruttato un migliaio di volte la tangenziale senza pagare neanche un centesimo. Adesso dovrà rimborsare tutto, e non solo.

La Società Tangenziale S.p.A. di Napoli, dopo essersi accorta delle violazioni dell’automobilista di Napoli, ha subito presentato una querela. Dopo qualche indagine, l’imbroglione è stato condannato dal giudice monocratico del Tribunale di Napoli.

Disposto anche il risarcimento

Il magistrato è stato inflessibile nei confronti dell’automobilista campano, che è stato condannato a nove mesi di reclusione per insolvenza fraudolenta e continuata. Non solo: l’uomo dovrà risarcire la Società Tangenziale S.p.A di Napoli, pagare le spese legali e, ovviamente, rimborsare i mille pedaggi.

In base all’art. 240 c.p., all’automobilista imbroglione è stata confiscata anche la Mercedes.

‘La magistratura, sempre più spesso e con rapidità, sanziona come dovuto il comportamento illecito di chi tenta di non pagare il pedaggio autostradale quando dovuto…’, ha spiegato la Società Autostrade.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *