Pensava di soffrire di eczema: aveva un tumore

By | 13 marzo 2018

eczema-ragazza-linfoma-hodgkinCredere di avere un eczema e scoprire, di punto in bianco, di avere un cancro. Una storia incredibile quella della 26enne Eleanor Rooney, che, un paio di anni fa, aveva deciso di recarsi dal medico per un forte prurito su tutto il corpo. All’epoca non pensava che la diagnosi iniziale di eczema si sarebbe poi trasformata nella scoperta di un tumore nello stadio 2. L’eczema aveva colpito Eleanor durante l’ultimo anno di università. Era il 2014. Quel prurito e quelle chiazze sul tutto il corpo, però, non svanivano mai. La ragazza aveva così deciso di recarsi dal medico. All’inizio le avevano prescritto, per la cura dei sintomi, semplici unguenti e creme.

Prurito su tutto il corpo

La Rooney ha raccontato recentemente al Cosmopolitan UK che, sebbene avesse sentito tanto prurito dappertutto, ‘anche nelle aree in cui l’eczema non mi aveva generalmente colpito’, le venne detto che tutto era dipendente dalla sua pelle secca e sensibile. Nel settembre del 2016, però, Eleanor percepì un piccolo nodulo sotto la clavicola. All’inizio non si allarmò, ritenendo che scoprire un nodulo alla clavicola fosse meno grave di una strana massa, ad esempio, al seno. Nonostante ciò, la ragazza pensò di recarsi dal medico per un controllo. I medici, durante l’esame, scoprirono altri strani noduli sul collo di Eleanor.

La giovane inglese, intimorita, sfruttò l’assicurazione sanitaria privata dei suoi familiari per sottoporsi ad esami approfonditi. Dopo un’ecografia, una scansione TC e una biopsia scoprì di avere il linfoma di Hodgkin nello stadio 2. Si tratta di un tumore che colpisce il sistema linfatico. La neoplasia è rara e quando colpisce i giovani sono le sue ‘prede’ preferite. Eleanor rimase scioccata quando venne a conoscenza della diagnosi. Aveva 24 anni e non avrebbe mai immaginato di avere un male del genere.

Doccia gelata in un periodo sereno

‘Fino a quel momento pensavo di essere in salute, ero stata in palestra la settimana prima e mi sentivo molto bene. Quando i medici mi avevano detto che avevo un cancro ero uscita di corsa, entrando poi nella sala d’attesa e correndo verso la macchina piangendo’, ha confessato la 26enne. “La sensazione travolgente – dice Eleanor – era ‘perché ora?”. La ragazza dove sostenere un importante colloquio di lavoro e stava per per trasferirsi in un nuovo appartamento. Era davvero felice. Poi la doccia gelata. ‘Ero seccata per l’interruzione della mia vita’, afferma la 26enne che, grazie alle rassicurazioni degli specialisti, era riuscita a superare il brutto momento.

‘Il consulente che aveva diagnosticato il tumore mi aveva detto che sarebbe stata solo una breve parentesi nella mia vita. Mi aveva davvero impressionato. Era stato un vero conforto’, ha ricordato la ragazza. I medici le avevano assicurato che sarebbe guarita entro 4 mesi. Non è andata così. Ad Eleanor venne anche diagnosticato un nodulo di 12 cm nel suo petto e quindi necessitò di altri 6 mesi di chemioterapia. Il periodo buio, per la giovane inglese, è terminato l’anno scorso, a marzo, con la conclusione delle sedute chemioterapiche. I medici le avevano detto che era tutto finito. Ora la 26enne si reca all’ospedale per i controlli una volta ogni 3 mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.