News

Per il Vaticano Noah è un film “senza Dio”

Secondo il Vaticano il film di Noah è un’occasione mancata

Per il Vaticano Noah è un film "senza Dio"
Si aspettava fin dal primo giorno del lancio del film Noah, interpretato da Russel Crowe, l’opinione del Vaticano in merito al tema biblico trattato dalla pellicola, ed il commento dopo qualche giorno è arrivato tramite il giornale ufficiale della Santa Sede, l’Avvenire. Secondo quanto ha scritto il critico Mimmo Muolo il film Noah rappresenta un’occasione mancata: un’opportunità in cui si poteva parlare di Dio, invece, purtroppo, il film sembra piuttosto essera senza Dio.
Una critica del genere era già arrivata dalla componente cristiana negli Stati Uniti, che aveva persino invitato i fedeli a boicottare la visione al cinema. Mimmo Muolo invece non ha lanciato alcuno slogan contro l’ultima impresa di Russel Crowe, diretto da Darren Aronofsky, ma lo ha definito strano e da un certo punto di vista sconcertante, ma ha anche ammesso che è un’opera dal forte impatto visivo, paragonandolo piuttosto ad un film come il Gladiatore, o addirittura Harry Potter.
Eppure Noah, lanciato due settimane fa si è imposto con forza nelle sale cinematografiche, sbancando i botteghini: nei soli Stati Uniti al primo weekend ha incassato la strabiliante cifra di 44 milioni di dollari.
Ma c’è anche un’altra considerazione sul film, totalmente opposta a quella del giornale Avvenire, data dal The Hollywood Reporter, l’importante rivista sul mondo del cinema hollywoodiano. In essa è stata apprezzata l’audacia ed il modo in cui il nuovo lavoro cinematografico abbia trattato in maniera diversa ed interessante l’elementare storia dell’Arca ripresa dalla Bibbia, che finora è stata proposta sugli schermi in maniera semplicistica e seguendo codici e canoni tutti uguali tra loro.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.