Perù Colombia, la combine è servita: parole inequivocabili di Tapia

By | 12 ottobre 2017

Falcao e Tapia parlano troppo in campo: presunta combine Perù ColombiaIl Cile è stato buttato fuori, nel corso delle qualificazioni ai Mondiali di calcio, anche a causa di una presunta combine tra Perù e Colombia. Le due nazionali sudamericane, in sostanza, si sarebbero accordate per fare fuori il Cile. Non è un caso, dunque, che il match Perù Colombia sia terminato 1-1. Adesso la Federcalcio cilena è pronta a reclamare un intervento della Fifa, perché sa che una combina tra Perù e Colombia c’è stata sicuramente. 1-1 è bastato alla Colombia per qualificarsi subito ai Mondiali e al Perù di accedere ai playoff. L’episodio vergognoso è venuto alla ribalta grazie al tabloid cileno ‘La Tercera’, che ha pubblicato il filmato ritraente la confessione del giocatore del Perù Renato Tapia sul ‘biscotto’, a fine partita, tra Perù e Colombia. Un accordo alla fine perché, in fondo, 1-1 andava bene ad entrambi. Un episodio che fa male non solo al mondo dello sport ma anche a tutti coloro che vivono in base a certi principi.

Falcao parlotta con Tapia

Il filmato pubblicato dal giornale ‘La Tercera’ mostra Falcao (attaccante della Colombia) che parla sottovoce con l’avversario Tapia. Il difensore peruviano ha ammesso: ‘Falcao mi ha detto che eravamo dentro entrambi, ma questo è il calcio… Negli ultimi 5 minuti i colombiani si sono avvicinati, sapevano qual era la situazione sugli altri campi e abbiamo gestito la partita come andava gestita’. 

Giorni fa, ad accusare di combine la Federazione di calcio argentina erano stati proprio alcuni media peruviani, secondo cui sarebbe stata favorita la nazionale albiceleste. Il tabloid Todo Sport, non a caso, aveva titolato la prima pagina con ‘Ladri’.

Tra menefreghismo e complotti

Il Perù era contrario allo stadio in cui avrebbero dovuto giocare i calciatori dell’Argentina, ovvero la ‘bombonera’, campo noto per essere molto caldo e recentemente teatro di diversi scontri tra tifosi. Il Perù, prima accusatore dell’Argentina e poi accusato per il match contro la Colombia: una partita ‘amara’ per il Cile perché l’ha condannata all’addio a Russia 2018. Effettivamente, dai video online si nota lo strano atteggiamento di Falcao che, invece di segnare, parla sommessamente e continuamente con gli avversari. Cosa gli stava dicendo? Che forse era meglio, per entrambi, accontentarsi dell’1-1?

Il calcio di oggi rispecchia la società. Corruzione, abusi di potere, menefreghismo, e complotti si sono ‘impossessati’ anche dei campi di gioco. Falcao, nei filmati, si nota mentre, con una mano sulla bocca, parlotta con gli avversari. Perù e Colombia, in quel momento, erano sull’1-1, risultato che andava bene ad entrambi ma non al Cile, che stava perdendo contro il Brasile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.