Animali

Peste delle lepri minaccia europea: può uccidere l’uomo

peste-lepri-contagio-uomoE’ allerta peste delle lepri in Europa dopo la scoperta di tanti corpi senza vita di conigli presso il lago di Costanza. La patologia è veramente pericolosa anche per gli uomini e, se non trattata rapidamente con gli antibiotici, specialmente quando colpisce gli organi interni, può portare anche al decesso. I sintomi tipici della peste delle lepri nell’uomo sono spossatezza, febbre alta e cefalea. A questi sintomi ne possono seguire altri ben più gravi, come la polmonite.

Peste delle lepri: come avviene il contagio?

Gli studiosi affermano che la peste delle lepri è un’infezione batterica che si trasmette principalmente mediante le feci degli animali malati, come conigli, lepri, scoiattoli e volpi. Il contagio però può avvenire anche mediante le punture di zecca, zanzare, tafani e, specialmente, se si viene a contatto con carcasse di animali malati.

Le autorità locali, dopo la scoperta di tanti conigli morti presso il lago di Costanza, hanno raccomandato ai cacciatori, agli escursionisti e ai proprietari di cani di essere molto cauti ed avvertire le autorità in presenza di carcasse di conigli o lepri. Il contatto tra un cane e i resti di un animale infetto può passare i germi patogeni all’uomo. Massima attenzione, dunque.

130 casi in Svizzera nel 2017

Non ci vogliono molti agenti patogeni per la trasmissione della piaga delle lepri, malattia così insidiosa per gli esseri umani che l’anno scorso aveva bersagliato, solamente in Svizzera, 130 persone. Negli ultimi anni sono state registrate molte infezioni. Il coniglio, negli Usa, è uno dei principali veicoli di germi patogeni.

La lepre europea: orecchie grandi e velocità

Sebbene la Lepus europaeus sia una specie originaria dell’Europa e dell’Asia è presente da tanti anni anche negli Usa, in Sudamerica, in Canada, in Nuova Zelanda e in Australia. La lepre è un animale capace di vivere in zone diverse, si adatta bene a numerosi habitat, anche se apprezza maggiormente i luoghi aperti e territori pieni di siepi, cespugli e piccoli boschi, dove può nascondersi facilmente. I tratti distintivi della lepre europea sono gli arti posteriori molto lunghi e le orecchie grandi. L’animale è lungo circa 70 cm ed ha un coda corta. Il pelo è marrone-grigiastro.

Le lepri sono animali solitari che escono allo scoperto soprattutto dopo il tramonto per cercare il cibo (essenzialmente vegetali, ndr). In genere non realizzano tane e trascorrono le giornate in covi ricavati nei rovi o nei nascondigli ricavati nei cespugli o nelle depressioni del terreno. Tali animali sono molto veloci, riuscendo a raggiungere anche i 60 km/h, e grazie a un vista eccezionale, nonché olfatto e udito pronunciati, avvista ed evita facilmente i predatori.

Lepri e conigli: che differenza c’è?

Molti li confondono ma lepri e conigli sono specie differenti. La differenza non è solo fisionomica. Le lepri, a differenza dei conigli, hanno orecchie più lunghe, sono più grandi e pesanti e meno sociali. Un’altra dissimilitudine concerne la gravidanza: mamma lepre dà alla luce i piccoli dopo una gestazione di 42 giorni; mamma coniglio, invece, dopo una trentina di giorni. I conigli inoltre si rifugiano in tane scavate sotto terra; le lepri invece nei cespugli. Il coniglio è placido, quindi adatto al ruolo di animale domestico. Impossibile invece tenere in casa una lepre.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.