Pestò a sangue convivente per gelosia: Falcioni condannato a 20 anni

By | 19 dicembre 2014

Maurizio Falcioni, 35enne geloso che ridusse in fin di vita la compagna, è stato condannato dal gup a 20 anni di reclusione.

Falcioni insultò e picchiò a sangue Chiara Insidioso Monda, facendola finire in coma vegetativo, da cui è uscita solo il 4 dicembre scorso. Il pestaggio avvenne il 4 febbraio 2014.

Il 35enne, accusato di maltrattamenti e di tentato omicidio, era così geloso che tallonava continuamente la compagna. In realtà, tale comportamento era dovuto al fatto che l’uomo aveva scoperto che la convivente chattava con un giovane di Fiumicino.

Il gup ha disposto anche l’interdizione legale per Falcioni, limitata alla durata della pena e quella perpetua dai pubblici uffici. Il 35enne, inoltre, dovrà risarcire i danni alle parti civili.

Il processo si è svolto con rito abbreviato. Il padre di Chiara, negli ultimi tempi, ha postato sui social network le foto della figlia dopo l’aggressione subita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.