Philadelphia: folle spara 13 colpi contro auto Polizia, agente ferito

By | 8 gennaio 2016

Philadelfia: folle spara 13 colpi contro auto PoliziaUn uomo si è avvicinato a un’auto della Polizia ed ha sparato ben 13 colpi con la sua pistola semiautomatica. E’ successo a Philadelphia. Lo psicopatico è stato arrestato

loading...

 

I poliziotti non avrebbero mai immaginato che quell’uomo che si dirigeva verso di loro sarebbe stato in grado di sparare così tanti colpi. Gli inquirenti non escludono che si sia trattato di una “possibile imboscata terroristica”, visto che l’uomo ha rivelato di aver sparato per l’Isis.

Il folle ha colpito l’agente Jessie Hartnett, 33 anni, che ha riportato ferite al braccio sinistro. Le sue condizioni, comunque, non sono preoccupanti. Richard Ross, commissario di Polizia, ha asserito che l’aggressore ha circa 30 anni ed è stato messo in manette poco dopo aver fatto fuoco.

Hartnett avrebbe detto ai colleghi dopo essere stato colpito dal 30enne:

“Mi hanno sparato! Sto sanguinando pesantemente!”.

Dal filmato contenuto in una telecamera di sorveglianza posta nei pressi della sparatoria si nota un uomo con una tunica bianca che si avvicina all’auto della Polizia e spara diversi colpi con la sua pistola. Scene terribili. Per fortuna nessun colpo si è rivelato fatale.

Il commissario Ross ha aggiunto:

“Questa è assolutamente una delle cose più spaventose che abbia mai visto. L’uomo ha cercato di giustiziarlo. E’ un miracolo che Hartnett sia ancora vivo“.

Pare che la pistola con cui il folle ha sparato contro l’auto della Polizia sia stata rubata 3 anni fa e sia di quelle che normalmente usano i poliziotti americani. Ross ha dichiarato che il 30enne, durante l’interrogatorio, ha confessato di aver commesso il vile gesto nel nome dell’Islam; quindi si potrebbe parlare di un’imboscata di matrice terroristica.

“Ha detto di aver sparato perché è un fedele dello Stato Islamico e di Allah”, ha aggiunto James Clark, capitano della Polizia.

Il fatto è accaduto a un mese dalla strage di San Bernardino, in California, dove due coniugi  seguaci dell’Isis hanno ucciso 14 persone.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *