Il Pisa in Paradiso, Vola In B In Uno Zaccheria Velenoso

By | 12 giugno 2016
loading...

Una tensione preannunciata, quella tra Foggia e Pisa per il tanto atteso ritorno, quello decisivo, per la promozione in B. La tensione corre già dalle panchine, con i due allenatori cacciati dalle rispettive panchine nel secondo tempo. Volano bottigliette dagli spalti ed i fumogeni ottemperano una partita, tutto sommato, arbitrata con oculatezza ed equilibrio. Il Foggia attacca sin dai primi minuti, com’era logico, andando a cercare i tre goal della salvezza. Ma lo scenario si fa difficile nel momento in cui la squadra rossonera si trova a dover affondare l’armata difensiva del Pisa. Un battaglione davvero duro da mandar giù. Fenomenale il portiere, abbattuto solo da un giusto rigore del Foggia all’87° del secondo tempo. Va in goal Iemmello e lo stadio Zaccheria si riaccende, di colori ed urla, sperando nell’impossibile. Ma proprio quando il Pisa sembra non aver neanche più la forza di andare in contropiede, ecco la vanificazione del sogno foggiano, Eusepi va in goal, approfittando della debolezza della difesa del Foggia. Su quest’equilibrato 1-1, molto più degli esacerbati animi delle rispettive panchine, già preannunciati dalle incomprensioni dei giorni scorsi, si decide per la promozione di un grande Pisa, messo assieme e portato alla vittoria da un grintoso Gattuso il quale, stasera, se ne va negli spogliatoi con un bernoccolo ma anche con, in testa, probabilmente, piani lungimiranti e brillanti per la squadra che, senza dubbio, traghetterà anche in Serie B. Squadra che vince non si cambia! E nel tumultuoso Zaccheria, il Foggia piange lacrime amare, mentre il Pisa viene scortato fuori dallo Stadio per il timore di una ripercussione dei tifosi. Purtroppo, dove non arriva il talento, può la violenza. Il Pisa vola, meritatamente, in B e scrive la storia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *