Posteggiatori abusivi multati a Palermo: primi Daspo

By | 24 maggio 2017

Posteggiatori abusivi sanzionati a PalermoChi vive a Palermo sa bene che una delle piaghe della città è quella dei posteggiatori abusivi, che spesso sono anche molesti. Adesso il Comune siciliano corre ai ripari, prevedendo sanzioni e Daspo per i parcheggiatori abusivi. Nelle ultime ore, ad esempio, sono stati multati dagli agenti della Polizia municipale due uomini, di 46 e 43 anni, che esercitavano ‘fastidiosa professione’ presso Piazzale Lennon e Piazza Giulio Cesare. E’ la prima volta che viene emesso un Daspo per i parcheggiatori abusivi. Tali soggetti, se dovessero tornare ad infastidire gli automobilisti, verrebbero considerati recidivi.

Multa di 1.100 euro per i posteggiatori abusivi

Sono due i posteggiatori abusivi beccati dalla Municipale a Palermo. Entrambi dovranno pagare una multa di 1.100 euro e dovranno tenersi alla larga dalle zone dove esercitavano il nauseante ‘mestiere’. Secondo le prime indiscrezioni, uno si trovava spesso presso la zona taxi della Stazione Centrale; l’altro vicino al terminal bus, a pochi metri dalla Circonvallazione. La Polizia municipale panormita ha detto: ‘Entrambi sono due vecchie conoscenze. Per loro una sanzione di importo complessivo di 1.100 euro’. Un comunicato recita che le recenti misure sono riconducibili a un decreto sulla sicurezza urbana che contempla un aggravio delle multe e l’adozione di seri provvedimenti nei confronti dei posteggiatori abusivi. A Palermo, tempo fa, un Daspo era stato emesso nei confronti di due giovani pusher beccati a spacciare in centro. A tali soggetti era stato vietato di avvicinarsi ai quartieri Casa Professa e Ballarò.

Il servizio delle Iene sui posteggiatori abusivi nel capoluogo siciliano

Qualche mese fa, suscitò dibattiti un servizio delle Iene sui posteggiatori abusivi a Palermo. In sostanza, una finta delegazione cinese aveva fatto credere ad alcuni parcheggiatori abusivi di essere interessata alla loro attività, nei pressi della vecchia fonderia della Cala. Ebbene, da quel servizio si è evinto che i posteggiatori abusivi del capoluogo siciliano rinuncerebbero alla loro attività solo dietro a un’ingente somma di denaro. Non a caso, il servizio delle Iene iniziava con queste parole: ‘Siamo a Palermo, dove il lavoro di parcheggiatore abusivo nelle piazze viene tramandato di padre in figlio‘. Significativo anche l’epilogo, quando un giovane posteggiatore abusivo dice: ‘Noi vogliamo 50.000 euro per cedere l’attività. Cono lo stipendio mensile di 1.200 o 1.300 euro a persona’.

Il problema dei posteggiatori abusivi non riguarda solo Palermo ma un po’ tutte le grandi città. Generalmente, in ogni Comune vi devono essere anche parcheggi gratuiti, oltre a quelli a pagamento. Purtroppo, le ‘zone gratuite’ vengono spesso assediate da soggetti che pretendono denaro con la scusa di custodire l’auto. In tali casi vi sono due alternative: pagare e ‘nutrire’ il lavoro nero o non pagare e rischiare di trovarsi l’auto devastata. Sebbene tali soggetti svolgano la loro attività nella più totale illegalità, la gente li teme e continua a pagarli. Diversi automobilisti che si sono opposti a tali individui spregiudicati sono stati addirittura aggrediti. In questi casi sono le autorità che devono agire e ‘curare’ una piaga che fa soffrire l’Italia da molti anni. Se si continuano a ‘retribuire’ i posteggiatori abusivi la problematica non verrà mai eliminata. Va bene, dunque, il decreto sulla sicurezza urbana emanato recentemente a Palermo, che prevede multe pesanti e Daspo per i parcheggiatori abusivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.