Prestiti usurai a Roma: interessi arrivavano al 252%

By | 7 maggio 2017

Roma, prestiti usurai alle famiglie: 4 in manetteUna coppia di coniugi strozzini e altri due complici a Roma per estorsione, usura, detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e associazione a delinquere. Dopo un complesso e lungo ‘percorso’ di indagini, le forze dell’ordine sono riuscite ad individuare una banda che concedeva prestiti usurai a persone in difficoltà economiche. Gli inquirenti hanno constatato che in alcuni casi i tassi di interessi arrivavano al 252%. A mettere in manette i quattro strozzini sono stati i carabinieri di Roma Trastevere e i poliziotti del Commissariato di Primavalle.

Prestiti usurai, intimidazioni e percosse

Le forze dell’ordine hanno scoperto che molte persone, almeno quaranta, si sarebbero rivolte alla coppia di coniugi per ottenere prestiti. I due non si tiravano mai indietro ma successivamente esigevano una somma due volte e mezza superiore a quella prestata. Veri e propri prestiti usurai che hanno messo in ginocchio diverse famiglie di Montespaccato e Primavalle. Le dazioni di denaro, secondo le indagini, avvenivano prevalentemente in negozi dei suddetti quartieri. Chi si tirava indietro, ovvero si dimostrava restio a saldare il debito, veniva inizialmente minacciato e poi sottoposto a violenze fisiche e psicologiche. Le forze dell’ordine capitoline hanno scoperto una vera banda di malfattori che profittavano delle difficoltà economiche altrui.

Famiglie di Primavalle e Montespaccato in ginocchio

loading...

Tanta gente, a Montespaccato e Primavalle, popolosi quartieri della Capitale, avevano bisogno di denaro e, non potendolo ricevere dalle banche, si appellavano alla coppia di coniugi che, a quanto pare, aveva ingenti disponibilità economiche. Finora sarebbero quaranta le persone finite, in passato, nella rete dei prestiti usurai ma non è escluso che il numero delle vittime degli strozzini aumenti. Solitamente, le persone chiedevano somme esigue alla coppia di strozzini. Le somme però, con tassi d’interesse che sfioravano il 252%, diventavano esorbitanti. Chi si rifiutava di onorare il debito veniva intimidito e picchiato. Oltre agli arresti, sono state iscritte nel registro degli indagati sette persone, attualmente in libertà.

Nel corso delle perquisizioni effettuate nelle abitazioni degli arrestati, gli investigatori hanno scoperto 20.000 euro in contanti e un registro in cui erano stati segnati accuratamente i tassi d’interesse. Purtroppo, il caso dei prestiti usurai scoperto recentemente a Roma non è isolato. In Italia molte famiglie finiscono, in questo momento di crisi economica nella ragnatela dei strozzini, ovvero soggetti che prestano soldi a un tasso d’interesse esorbitante. Gli esperti ricordano ai cittadini di ricorrere sempre agli istituti di credito e mediatori finanziari per ottenere denaro in prestito. Affidarsi ai privati, infatti, può essere molto rischioso. Da rammentare che Altroconsumo ha aperto uno sportello per contrastare i prestiti usurai, ossia uno strumento che, nello specifico, consente di verificare il tasso d’interesse applicato ai propri prestiti e quindi scoprire se sia lecito o meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *