Professoressa offende i poliziotti: ‘Dovete morire’

By | 28 febbraio 2018

professoressa-insulta-poliziotti-torinoAdesso anche gli insegnanti iniziano ad insultare gli appartenenti alle forze dell’ordine. Sta facendo discutere l’atteggiamento di una professoressa che, durante il corteo antifascista promosso a Torino la scorsa settimana, ha offeso i poliziotti che presidiavano la zona. ‘Vigliacchi, mi fate schifo, dovete morire’, ha gridato l’insegnante, rivolgendosi agli agenti. La manifestazione era stata promossa per contestare l’iniziativa di CasaPound.

Professoressa ospite di Matrix

Perché quella professoressa ha ingiuriato i poliziotti che, in fondo, stavano solo svolgendo il loro mestiere? Se lo stanno domandando in molti in Italia. La donna è stata ospite del programma Matrix ed ha spiegato il motivo per cui ha usato quel linguaggio indecoroso.

‘Ho augurato la morte ai poliziotti perché in questo momento stanno proteggendo il fascismo’, ha detto la prof, reputando legittimo il suo atteggiamento perché ‘io mi potrei trovare, fucile in mano, a lottare contro questi individui’.

Matteo Renzi reclama il licenziamento dell’insegnante

Tra gli indignati per il comportamento della professoressa torinese c’è Matteo Renzi, secondo cui andrebbe licenziata immediatamente. ‘Un’insegnante che incita la morte contro i poliziotti andrebbe licenziata subito’, ha detto il leader del Pd durante una recente intervista.

Ci sono tanti video che ritraggono la professoressa in azione, in tenuta antisommossa, davanti agli agenti. La donna urla e dice ai poliziotti: ‘Vigliacchi, mi fate schifo, dovete morire’.

‘I poliziotti proteggono i fascisti’

Angelo Macchiavello di Matrix ha chiesto all’insegnante di Torino se effettivamente ha detto quelle parole, e perché. Lei ha risposto: ‘Sì, ho detto quelle parole perché loro stanno proteggendo i fascisti e perché un giorno potrei trovarmi fucile in mano a combattere contro questi individui’.

Sembra che la prof, durante il corteo, abbia proferito frasi sconce e irriguardose, sempre rivolte agli appartenenti alle forze dell’ordine, del tipo ‘vergognati, schifoso’ e ‘mezza cartuccia del c…o’. A Torino, la scorsa settimana, è stata guerriglia vera. Un poliziotto è rimasto ferito a una gamba. La scheggia di una bomba carta ‘costruita per uccidere’ gli ha lesionato l’arto.

Matteo Renzi ha esternato la sua irritazione dinanzi al presentatore Nicola Porro: ‘Che schifo, un’insegnante che augura la morte ai poliziotti andrebbe licenziata su due piedi. Una insegnante viene pagata per educare alla cittadinanza nelle scuole…’.

La testimonianza della madre di uno studente torinese

La mamma di uno studente dell’istituto comprensivo ‘Leonardo da Vinci’ di Torino, dove insegna la professoressa che ha insultato i poliziotti è incredula e afferma: ‘Mio figlio è alle medie e sentiva le urla arrivare dal piano delle elementari, di sotto, dove c’era lei. Gridava sempre e i bambini erano terrorizzati, finché un papà si è arrabbiato e allora finalmente l’hanno tolta dalla seconda B e adesso non so bene che cosa faccia…’.

Cosa si sa dell’insegnante anti-poliziotti? Ha 38 anni ed è membro dei No Tav, del centro sociale Gabrio e dei No Muos. Una donna che rappresenta, in poche parole, l’antagonismo torinese. Il nome della professoressa torinese che offende le forze dell’ordine è già noto alla Digos.

Quando ci sono cortei e manifestazioni promosse dai centri sociali la prof è sempre in prima linea, ad urlare e offendere poliziotti, carabinieri e tutti gli appartenenti alle forze dell’ordine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.