Curiosità

Qual è la nazione più felice al mondo?

finlandia-nazione-felicità-onuIn attesa del 20 marzo 2018, quando ricorrerà la Giornata mondiale della felicità, l’Onu ha pubblicato la classifica delle nazioni più felici del mondo. Gli italiani devono mettersi l’animo in pace perché l’Italia non solo non è in vetta ma è lontana dalle prime posizioni; anzi, a dirla tutta è tra i fanalini di coda. La nazione più felice al mondo, per l’Onu, è la Finlandia. Adesso cerchiamo di scoprire il motivo per cui tale Stato batte tutti sul campo della letizia.

Questione di Pil procapite, fiducia e corruzione

Il sesto World Happiness Report delle Nazioni Unite, promosso dalla Fondazione Ernesto Illy, esamina determinati fattori relativi a 156 nazioni, come la libertà, il Pil pro capite, la fiducia, le politiche sociali, le libertà, il livello di corruzione e l’aspettativa di vita. Dal vaglio di tali parametri è emerso che la Finlandia è la nazione più felice del pianeta. Anche gli immigrati che vi risiedono sono i più soddisfatti della terra. Nelle prime cinque posizioni ci sono Islanda, Danimarca, Svizzera e Norvegia. Ultimo posto per il Burundi. Nella top ten invece ci sono Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Canada, Australia e Svezia.

Italia 47esima

L’Italia, sebbene abbia conquistato una posizione, è nella zona bassa della classifica dei Paesi più felici al mondo. Quest’anno ha conquistato il 47esimo posto, l’anno scorso occupava il 48esimo. Il dossier Onu precisa che ‘i quattro Paesi europei più colpiti dalla crisi, Grecia, Italia, Spagna e Portogallo, da tempo erano osservati speciali. Italia e Spagna restano significativamente al di sotto del livello del periodo 2008-2010, mentre il Portogallo mostra una piccola crescita’.

In termini di aspettativa di vita, invece, l’Italia (aspettativa di vita passata a 72,8 anni) occupa la terza posizione, dopo Giappone e Islanda. In Italia, insomma, si è infelici ma si vive molto. Rispetto al 2017, hanno fatto passi indietro, nella classifica delle nazioni più felici del mondo, Stati come gli Usa (18esimo posto, dal 14esimo dell’anno scorso) dove, paradossalmente, l’incremento dell’agio aumenta  la portata della tristezza dei cittadini. Secondo Reuters, lo strano fenomeno americano è dovuto all’aumento della corruzione e alla poca fiducia della gente nelle istituzioni pubbliche.

Usa: ricchi e infelici

Il regresso degli Stati Uniti nella chart è dovuto anche a fattori come depressione e obesità, costantemente in crescita. Jeffrey Sachs, docente della Columbia University, a New York, afferma: ‘Una crisi sociale è in atto negli Stati Uniti, legata a maggiori disuguaglianze e minore fiducia. Gli Usa stanno diventando sempre più ricchi ma sempre meno felici’.

Il Burundi, nazione dell’Africa orientale, è fanalino di coda per vari motivi, come le frequenti ‘pulizie etniche’, guerre civili e tentativi di colpo di Stato. Se volete visitare il posto più infelice del mondo, insomma, dovete recarvi in Burundi. Sorprende anche che nel mondo vi siano nazioni più infelici della Siria, come Tanzania, Ruanda e Yemen. Quest’anno l’Onu ha voluto analizzare anche il livello di felicità degli immigrati, scoprendo che quelli che vivono in Finlandia sono i più soddisfatti. ‘La Finlandia è salito dal quinto al primo posto quest’anno’, hanno spiegato gli autori della relazione, precisando che altri Paesi nordici, e la stessa Svizzera, hanno ottenuto punteggi simili.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.