Quindicenne si suicida lanciandosi da una roccia

By | 7 dicembre 2017

Ha inviato un prima un sms alla mamma e poi si è suicidato, lanciandosi da una roccia. Un 15enne di Torreglia, in provincia di Padova, si è tolto la vita ieri pomeriggio. Il suo corpo è stato ritrovato dai carabinieri di Abano Terme, sulla stradina dei Colli di Monte Pirio. A chiamare i militari era stata proprio la madre dell’adolescente, che aveva ricevuto un messaggio inquietante dal ragazzino. Con quel messaggio, il 15enne aveva confessato alla madre di volersi uccidere. I carabinieri non hanno fatto in tempo. Il giovane si era lanciato da un roccia.

Non era un ragazzo problematico

Il cadavere del 15enne suicidatosi nelle ultime ore, in provincia di Padova, è stato portato all’obitorio di Abano.

Iniziate le indagini per scoprire la ragione per cui il teenager si è tolto la vita. Sembra che il giovane non avesse problemi o disagi. Perché allora si è suicidato?

Ieri sera, il 15enne si è allontanato da casa, ha camminato a lungo e dopo essere salito su una sommità si è gettato nel vuoto. Prima di farla finita, però, aveva allertato la madre con un sms.

Perché il suicidio?

Problemi a scuola, di cuore, o altro? Gli investigatori stanno cercando di scoprire la causa del suicidio del 15enne di Torreglia. L’ennesimo suicidio in Italia.

Era stata una delusione sentimentale, invece, la causa del suicidio di un 15enne di San Benigno Canavese, in provincia di Torino. Lo scorso settembre, il ragazzino si era recato nella mansarda dell’abitazione in cui viveva con fratelli e genitori per spararsi un colpo di fucile in testa. L’arma era del padre, un medico molto conosciuto.

Quando i carabinieri erano arrivati nella casa del 15enne torinese non avevano potuto fare altro che constatare la sua morte. Quel fucile era regolarmente detenuto dal padre del suicida.

La necessità di ascoltare i minori

Gli episodi appena raccontati devono spingere le autorità, le scuole, gli educatori e i genitori ad ascoltare maggiormente gli adolescenti. Solo così si può arginare il triste fenomeno dei suicidi tra teenagers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *