Ragazza molestata alla Stazione Termini di Roma, tunisino fermato

By | 3 gennaio 2018

Roma Stazione Termini molestie tunisinoUna 30enne è stata molestata ieri sera, dopo le 22, alla Stazione Termini di Roma. La donna ha raccontato ai poliziotti del reparto Roma Stazione Termini di essere stata avvicinata da un uomo, mentre si trovava sulle scale mobili che portano alla metropolitana.  Quella persona le ha infilato le mani sotto la gonna e toccato le parti intime. La 30enne, terrorizzata, ha saputo ben delineare l’identikit del molestatore. Gli agenti si sono subito messi alla ricerca dell’uomo sia all’interno della Stazione Termini che nelle aree attigue. Alla fine è stato trovato.

Molestatore è clochard tunisino

Nuovo caso di molestie a Roma, città che negli ultimi tempi è stata teatro di vicende cruente. Ieri sera la 30enne si trovava sulle scale mobili della Stazione Termini e, all’improvviso, ha sentito una mano sotto la gonna. Dietro di lei c’era un energumeno.

Dopo un’ora di ricerche, i poliziotti hanno individuato il soggetto che aveva molestato la 30enne. Si tratta di un senzatetto tunisino di 27 anni. L’uomo, per giunta con precedenti penali, dormiva a Piazza dei Cinquecento, in un punto non molto distante dal luogo luogo delle molestie.

Gli agenti hanno trovato il molestatore grazie alla precisa descrizione fornita dalla 30enne. L’abbigliamento e la fisionomia corrispondevano perfettamente all’identikit offerto dalla ragazza.

I presunti abusi nel liceo Tasso

Il tunisino senza fissa dimora è stato dapprima condotto presso gli uffici della Polizia ferroviaria e poi nel carcere di Regina Coeli.

Non sono solamente i clochard a molestare nella ‘città eterna’ ma anche persone insospettabili.

Nei giorni scorsi, 3 studentesse dello storico liceo ‘Tasso’ di Roma hanno denunciato per molestie il loro insegnante di Storia e Filosofia.

Secondo le ragazze, il prof le avrebbe molestate continuamente con sms e telefonate.

Sia le conversazioni telefoniche che i messaggi, a detta delle studentesse, avevano un contenuto ‘spinto’. Le ragazze, durante la confessione, in Procura, sarebbero scoppiate in lacrime. Prossimamente il pm ascolterà anche il professore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.