Ragazzo autistico soffocato dal sandwich: shock sul Treno Natura

By | 4 dicembre 2017

Stava mangiando un sandwich sul ‘Treno Natura’ a vapore, convoglio che permette di ammirare la splendida ambientazione tra Siena e Grosseto quando è rimasto soffocato. Il dramma è accaduto ieri mattina. Un pezzo di sandwich è costato la vita al 30enne Francesco Bini, residente a Campiglia Marittima (Livorno) ma originario di Pisa. Il trentenne era autistico. Tale disturbo aveva reso difficile la sua infanzia. Francesco aveva raccontato la sua storia anche nel libro ‘Un bambino molto speciale’. L’ultimo tour di Bini era iniziato ieri mattina, dalla stazione ferroviaria di Grosseto.

L’ultimo viaggio del ragazzo autistico

Francesco era contento, gli piaceva tanto viaggiare e non avrebbe mai immaginato che quello sarebbe stato il suo ultimo viaggio. Un tour sul ‘Treno Natura’, convoglio retrò e alimentato a carbone che fa rivivere tempi passati.

Il trentenne, insieme ad oltre 400 persone, era salito sul ‘Treno Natura’. Destinazione Siena. I viaggiatori, dopo la tappa senese, dovevano tornare a Grosseto, ovviamente sempre mediante il caratteristico convoglio.

Tutto ok all’andata. Tutti i viaggiatori non avevano accusato nessun malore. Al ritorno, però, è accaduto il tragico episodio.

Sandwich assassino

Francesco stava mangiando il suo  sandwich ma un pezzo gli è andato di traverso ed è rimasto soffocato. L’intervento degli operatori sanitari è stato inutile. Francesco Bini è morto per un sandwich.

Giovanni Marongiu morto per un hamburger

L’attenzione non è mai troppa mentre si mangia. Gli alimenti vanno masticati bene per evitare che pezzi grandi possano ostruire le vie aeree.

L’anno scorso un anziano è morto per un boccone andato di traverso. Stava cenando con la moglie presso l’Old Wild West di Torri di Quartesolo (Vicenza).

Giovanni Marongiu, 73 anni, stava mangiando un hamburger quando, all’improvviso, ha accusato un malore. I dipendenti del locale avevano subito assistito l’anziano in attesa dell’arrivo degli operatori del Suem.

Marongiu era stato subito trasportato all’ospedale San Bortolo di Vicenza, dove i medici non avevano potuto fare altro che constatarne la morte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *