Senza categoria

Rage Room: le stanze della rabbia sbarcano in Italia (video)

Rage Room; ovvero 15 minuti a pagamento  in una stanza piena di oggetti da distruggere; oggetti di ogni tipo e materiale che stanno li apposta per essere mandati in frantumi.

Sfogarsi per rilassarsi

Dall’America le stanze della rabbia arrivano anche nel nostro Paese; queste luoghi stravaganti sono già tre in Italia; di recente apertura stanno diffondendo la nuova moda per rilassarsi e sfogare la rabbia senza far del male  a nessuno.  Le Rage Room sono locali di varia ampiezza dove è possibile sfogarsi e liberarsi dalla tensione, dalla rabbia che spesso va trattenuta; le rage Room italiane si trovano a Bologna, Forlì e a Legnano. Ma come funziona questo nuovo tipo di relax? I clienti devono indossare una tuta protettiva, casco e guanti prima di entrare; una volta dentro, gli vengono dati alcuni attrezzi come ad esempio mazze, martelli e cose di questo genere e il cliente è libero di scatenarsi.

Dagli USA le mode più stravaganti

La Rage Room è già molto diffusa negli Stati Uniti e anche  Giappone, la clientela in poco tempo è diventata numerosa e il successo delle camere della rabbia cresce di giorno in giorno. Pare che liberarsi dalla rabbia repressa migliori la qualità della vita. All’interno della camera della rabbia la sessione dura 15 minuti e il cliente può anche scegliere la sound-track che farà da sottofondo alla sua violenta performance; gli oggetti da fare a pezzi sono dei più disparati, recuperati dalle discariche e dagli sgombri delle cantine. Da un recente sondaggio è emerso che le clienti più assidue sono le donne in età compresa tra i venti e i quarant’anni; all’inizio sono timide e titubanti ma una volta chiuse nella Rage Room si trasformano in vere Amazzoni guerriere. Al momento non si hanno altri dettagli, e nemmeno la tabella delle tariffe, ma scaricare la rabbia val bene una manciata di euro.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.